Le buone azioni quotidiane

Come avrete capito “Nullo” è lo pseudonimo di un nostro affezionato “civis”. A voi indovinarlo…non è difficile… Molti gli indizi…un nome sincopato/ricomposto…l’interesse per la cultura…il culto dell’originalità. Stop. La “Redazione ” non va oltre e rilancia con un nuovo pezzo del caro “Nullo”.

Milano, stazione Cordusio MM1, domenica scorsa attorno alle 15.30. Stiamo avviandoci all’uscita per raggiungere il Piccolo Teatro e assistervi al meraviglioso La scortecata di Emma Dante. Incrociamo due giovani signore, probabilmente sorelle, che spingono un passeggino in direzione opposta. Una dice, sorridendo e puntando l’indice verso il suolo oltre me: “Guardi, signore: i suoi soldi!”. Mi volto diffidente, perché i tratti fisici e l’abbigliamento ne denotano chiaramente l’etnia: cosa staranno almanaccandomi? A terra alle mie spalle due banconote da 20 euro. Riconnetto in un lampo: il resto dei giornali acquistati la mattina cambiandone 50, dimenticato nelle pieghe del portafogli senza introdurvelo: la sua estrazione un attimo prima per riporvi il giornaliero MM le ha fatte cadere! Ringrazio mortificato dopo averle raccolte: loro sono già passate oltre, dirette ai tornelli di entrata. Secondo pensiero lampo: se non mi avessero detto niente, avrebbero potuto impossessarsene senza colpo ferire! Non mi sarei neppure accorto subito della perdita, data l’amnesia iniziale su quella rimanenza dal pur consistente ammontare (le restanti monetine metalliche sperse in tasca l’ avrebbero svelata troppo tardi, ma senza spiegarmene la dinamica di sparizione). Le incorro incredulo per ringraziare, ma hanno già superato l’ingresso e discese le scale.

Milano, tapis roulant stazione Centrale MM2, stesso pomeriggio, tre ore dopo. Un insolito mare di gente come per tutta la città, complice il Salone del Mobile aperto al pubblico nel week end. Una possente guardia giurata in divisa tipo marine ammonisce a disco rotto il fiotto di persone via via vomitate fuori dal serpente metallico in ascesa: “Attenzione ai portafogli, signori, occhi aperti! Borseggiatrici rom in azione…”.

[Tutto rigorosamente vero, come fosse testimonianza in tribunale: non ho inventato né modificato una virgola. Dedicando al Simone di Torre Maura, che avrei voluto come allievo…]

 

ARTICOLI RECENTI

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*