Stagione 22-23 del Teatro Sociale di Valenza

Da novembre la Stagione 22-23 del Teatro Sociale di Valenza, sei appuntamenti che esplorano la straordinaria complessità del presente e “aprono le porte del possibile”

Luciano Rosso Alfonso Barón
protagonisti di  Un poyo rojo

 

 regia di Hermes Gaido

coreografia di Luciano Rosso e Nicolàs Poggi

produzione Carnezzeria

La stagione del teatro Sociale di Valenza “Apre” inizia il suo 2023 con uno spettacolo internazionale ed esplosivo che unisce brillantemente teatro, danza, acrobatica e sport.
Ne sono protagonisti  due danzatori – Luciano Rosso e Alfonso Baron – accompagnati ormai da un successo in grado di valicare confini e linguaggi, dall’Argentina all’Europa.
Sabato 4  febbraio approdano a Valenza grazie a Piemonte dal vivo, promotore della rassegna diffusa We Speak Dance che porta varie esperienze di danza contemporanea in varie propaggini del Piemonte.
Nello spogliatoio di una palestra, due uomini si scrutano, si squadrano, si provocano, si affrontano, quasi come due galli da combattimento, tentando di sedursi in una stupefacente danza acrobatica e umoristica.
“Un Poyo Rojo” (“Una panchina rossa”) è una provocazione, un invito a ridere di noi stessi e ad accettare pienamente le proprie e altrui differenze, esplorando tutto il ventaglio delle possibilità fisiche e spirituali dell’essere umano. Un duello contemporaneo di grande precisione che fonde generi e discipline, che oscilla tra la danza e l’atletica passando per le arti marziali, l’acrobatica, la clownerie.
Gli argentini Alfonso Barón e Luciano Rosso mostrano una straordinaria maestria corporea che rivela anche una folgorante capacità di improvvisare davanti alle sempre diverse reazioni del pubblico. Viene definita la loro “Una storia romantica, passionale e canzonatoria, in grado di sovvertire cliché e stereotipi sociali legati alla mascolinità, e di conquistare con grazia e ironia il pubblico e i teatri di tutto il mondo”.
E si aggiunge “La fantasia al potere inventa una partitura corporea in punta di spirito: virilità, vanità, conflitto, seduzione, arti marziali e variété, fisicità e comicità, ambiguità e desiderio, abbracci e battaglie, attacchi elastici e allegre resistenze”. Restando abilmente sul crinale tra colto e popolare – e questa è una delle acrobazie più ardue da realizzare – il loro teatro fisico ha trovato la sua forma attuale nel corso di anni di rodaggio e affinamento.
“Un Poyo Rojo” non conosce barriere linguistiche: i due interpreti sono stuntmen e danzatori, sportivi e acrobati, a parlare sono i loro corpi sensuali, musicali, atletici, dinoccolati, le loro espressioni e i movimenti che producono, le mimiche facciali, i gesti articolati che evocano pensieri e azioni, che rimandano a personaggi e a situazioni reali.

Il successivo appuntamento di “Apre” torna al teatro con “Gli innamorati” portato in scena da una compagnia made in Alessandria “Teatro aperto” diretta da Simona Barbero.

Ingressi: intero 15€, ridotto 10€
E’ RICHIESTA LA PRENOTAZIONE
biglietteria@valenzateatro.it – 0131.920154 – 324.0838829

ORARI BIGLIETTERIA:
dal martedì al venerdì ore 16-19
sabato ore 10-12.30

 

 

 

 

Sabato 4 Febbraio

Luciano Rosso e Alfonso Barón

UN POYO ROJO

coreografia di Luciano Rosso e Nicolàs Poggi, regia di Hermes Gaido, produzione Carnezzeria

 

Sabato 18 Febbraio

Compagnia Teatro Aperto

INNAMORATI

da Carlo Goldoni, regia di Simona Barbero

 

Venerdì 3 Marzo

Fabio Troiano

IL DIO BAMBINO

testo e musiche di Giorgio Gaber e Sandro Luporini, regia Giorgio Gallione, produzione CMC/Nidodiragno                                                                                                              

 

 

INIZIO SPETTACOLI ORE 21:00

Teatro Sociale di Valenza, corso Garibaldi 58

telefono 0131.920154 – whatsapp 324.0838829

ufficiostampa@valenzateatro.it

www.valenzateatro.it

Facebook/Instagram Teatro Sociale di Valenza

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*