Associazione Città Futura - Logo
I nostri editoriali
La manovra economico finanziaria d'autunno
Alfio Brina
 Specie per la "chiusura accorata" merita di essere il nostro nuovo "editoriale", (n.d.r.)
...

La ripresa ormai assodata, potrebbe portare il PIL all’1,5 nel 2017, mentre l’inflazione anch’essa attorno all’1,5 % dovrebbe portare la crescita del PIL nominale al 3%, vale a dire 45 – 50 miliardi di euro, di questi, il 44% viene assorbito dal prelievo fiscale, circa 20 miliardi di euro. Sottraendo da questa disponibilità la quota di competenza del sistema previdenziale circa il 15%, 7 miliardi di euro, alle casse dello Stato, di Regioni e Comuni dovrebbero affluire circa 13 miliardi di euro.

Lo Stato centrale trattiene il 42%, le Regioni il 17% le Province il 2%, i Comuni il 10%, mentre le quote previdenziali che affluiscono all’INPS ammontano al 29%.

Questo significa che lo Stato può contare su una maggiore flessibilità pari a 2 – 3 miliardi nel rapporto bilancio corrente e margine di sforamento (il famoso 3% previsto dai Trattati di Maastricht). Il flusso di maggiori entrate derivanti dalla crescita del PIL: circa 8-8,5 miliardi di euro. Il rientro dei capitali portati clandestinamente all’estero dovrebbe garantire 3-4 miliardi di euro. Entrate aggiuntive dovrebbero essere assicurate dalla lotta all’evasione fiscale, la quale negli ultimi anni ha garantito un incremento aggiuntivo attorno ai 10 miliardi di euro. Su quest’ultima disponibilità si può far conto solo a consuntivo.

Prevedere per il 2018, una manovra da finanziare ricorrendo all’indebitamento come è stato fatto con il bilancio in corso è da escludere essendo il nostro debito pubblico a quota 132,5% del PIL e con Bruxelles che su questo punto resta intransigente.

Nel complesso la manovra dovrebbe mantenersi all’interno di 1 punto percentuale del PIL, circa 15-16 miliardi di euro. Non è tanto ma non è nemmeno poco.

Il problema purtroppo riguarda il novero dei problemi da affrontare: decontribuzione delle pensioni; contratto degli statali; il nodo degli insegnanti dal superamento della precarietà agli adeguamenti retributivi; incentivi alle imprese; decontribuzione triennale per i neo assunti. A questi temi che costituiscono l’agenda delle trattative socio–sindacale, vanno aggiunti i problemi tipicamente italiani come la ricostruzione delle zone terremotate e gli interventi di natura idrogeologica per mettere in sicurezza larga parte del territorio nazionale. Nel conto bisogna aggiungere gli oneri derivanti dai danni causati in agricoltura dalla lunga siccità; gli incendi boschivi; gli aiuti alla Libia per contenere il flusso migratorio.

Poi c’è il taglio del cuneo fiscale da trasferire a carico della fiscalità generale.

Il tutto, naturalmente confligge con il proposito di ridurre la pressione fiscale e con l’offensiva demagogica delle opposizioni di riformare l’Irpef, riducendone drasticamente sia il numero delle aliquote attuali che il loro ammontare.

Questa, purtroppo, sarà la finanziaria pre-elettorale, c’è quindi da aspettarsi non un confronto politico-parlamentare ancorato alle regole ed ai vincoli imposti dalla Costituzione e dalle direttive europee, costruite sul rigore contabile e sul buon senso; al contrario, finiremo con l’assistere ad un duello senza regole e senza ritegno che finirà col deprimere, agli occhi dell’opinione pubblica, il ruolo e la dignità del Parlamento stesso, favorendo ancora una volta i vessilliferi della facile demagogia e del populismo più becero.

                                                                                   Alfio Brina​
08/09/2017 20:30:19
16.11.2017
Giancarlo Patrucco
Ci ho messo il punto interrogativo perché le primarie sembrano passate di moda. Per la verità, nel centrodestra non lo sono mai state. Ora, dopo la vittoria siciliana, Berlusconi aspetta lo sdoganamento europeo per tornare in campo. Benedett’uomo! Non gli bastano i guai che ha combinato a noi e a lui,...
 
08.11.2017
Renzo Penna
Finalmente con l’inizio di novembre sono arrivare le piogge ad attenuare le conseguenze di una delle primavere-estati più calde e povere di precipitazioni degli ultimi decenni. Una stagione che è durata sino alla fine di ottobre con temperature innaturali; una situazione che ha prosciugato laghi e...
04.11.2017
Pier Luigi Cavalchini
Ringrazio l'amico Lino Balza che dal sito di "Rete Ambientalista" riprende un argomento complesso come quello delle modalità di comportamento (ecologico) nei confronti del normale decorso dei fiumi, della possibilità di "movimento naturale" degli stessi ed, in ultima analisi, delle rinnovate condizioni...
 
29.10.2017
Pier Luigi Cavalchini
Sono stato a Castelnuovo Scrivia, in provincia di Alessandria ma molto vicino alla Lombardia, non più di due settimane fa. Ho presentato un bel libro sulla crisi mediorientale dell'amico Fulvio Scaglione in una delle sale pubbliche più utilizzate nel centro della Bassa Valle Scrivia: la sala "Pessini"....
23.10.2017
Pier Luigi Cavalchini
Molto netta la diversificazione fra maggioranza e opposizioni nell’ultimo Consiglio Comunale alessandrino che ha trattato di “programma di Mandato”. Un documento che viene snobbato da molti ma che, comunque, dà indicazioni su come e dove vorrebbe intervenire l’attuale Amministrazione Comunale alessandrina...
 
18.10.2017
Pier Luigi Cavalchini
…incorre in alcuni pacchiani errori che vi facciamo “gustare” direttamente dal testo originale. Evidentemente vi è stato qualcuno che ha suggerito un approccio architettonico all’opera, non facendo menzione dell’opzione “rifacimento o adeguamento” presente in tutti i documenti ufficiali riguardanti il...
15.10.2017
Renzo Penna
Non so da quale fonte il magnifico rettore Cesare Emanuel abbia ricavato l’informazione che per l’autonomia dell’Università del Piemonte Orientale sia stata decisivo l’incontro di un gruppo di parlamentari di Alessandria, Vercelli e Novara, i quali “strinsero un patto in un’osteria romana”. Avendo seguito...
 
08.10.2017
Renzo Penna
L’incomprensibile motivazione con la quale la Giunta che governa Alessandria ha negato l'intitolazione del liceo classico a Umberto Eco candida la città a una figuraccia planetaria.Chi è chiamato a responsabilità di governo deve dimostrare di essere al di sopra dei sentimenti di acrimonia ed invidia...
29.09.2017
Renzo Penna
L’incomprensibile motivazione con la quale la Giunta che governa Alessandria ha negato l'intitolazione del liceo classico a Umberto Eco candida la città a una figuraccia planetaria.Chi è chiamato a responsabilità di governo deve dimostrare di essere al di sopra dei sentimenti di acrimonia ed invidia...
 
26.09.2017
Pier Luigi Cavalchini
La “vulgata” che vuole il ‘partitino’ (sic) dei “Verdi” ai minimi termini, giusto una apecchia fastidiosa “che non conta nulla” continua a trovare nella vicina Germania una conferma “a rovescio”. Praticamente da trent’anni, con alti e bassi – è vero – ma con un dignitoso programma e con interpreti...
Segnali
giovedì 23 novembre 2017ore 19,00 – 22,30 (con pausa buffet alle 20,30) all'associazione Cultura e Sviluppo...
sabato 25 Novembre, giornata mondiale Contro la Violenza sulle Donne, Non una di Meno torna a riempire...
Martedì 21 novembre alle ore 17,30, nella Sala dei Convegni dell’Azienda Ospedaliera di Alessandria,...
Giovedì 23 novembre ore 21.00 Libreria Labirinto via Benvenuto Sangiorgio 4 Casale Monferrato Presentazione...
La Biblioteca Civica di Alessandria propone, lunedì 20 novembre 2017 alle ore 10:00 presso l’aula magna del...
Circolo del Cinema Adelio Ferrero – Alessandria NUOVA STAGIONE 2017-2018SERATA SPECIALE DEDICATA...
Appuntamento per venerdì 24 novembre 2017, ore 21.00, presso la sede dell'Associazione Culturale Sin.tonia,...
lunedì 6 novembre, alle ore 17 Biblioteca Civica ‘F. Calvo’ Inaugurazione mostra dal titolo “Chirurgia...
giovedì 23 novembre, alle ore 17.00 ad Alba, presso la Chiesa di San Giuseppe – Piazzetta Vernazza si...
Venerdì 24 Novembre 2017ore 21.00 cascina del monastero (davanti alla chiesa), Cantalupa (To) Presentazione...
sabato 25 novembre, alle ore 17.00 presso la Sala Giovani del Teatro Parvum, in via Mazzini, n° 85 in...
Anche questo anno ha preso il via il concorso di filosofia “E. Garuzzo”, proposto dall'Istituto “Saluzzo-...
Finalmente è arrivato il momento della riapertura della sala cinematografica di Valenza, bomboniera di...
Da Venerdì 17 a Martedì 21 Novembre al Cinema MacallèFINCHÉ C'È PROSECCO C'È SPERANZA Trailer https://youtu.be/7T-z98FZTHQRegia...
“Sei un osso duro?” La lotteria della Fondazione Uspidalet che sostiene il progetto per la dosimetria...
News dai media nazionali:
Ultime Notizie
facebook
"Citta` Futura on-line" è la testata giornalistica dell`associazione Citta` Futura registrata 
in data 20 gennaio 2012 con atto n°1 presso il Registro della Stampa del Tribunale di Alessandria.
Redazione Mobile:  +39.3351020361 (SMS e MMS)  - Email: cittafutura.al@gmail.com 

Oltre le informazioni. Opinione ed approfondimento.