Associazione Città Futura - Logo
Ambiente
S'i fosse fuoco
Dario Fornaro

Salendo lentamente, ma inesorabilmente, da Sud a Nord del paese – e persistendo oltre misura la siccità che ha stremato in ogni dove terreni agricoli e aree boscate – l’ondata degli incendi “casuali” ha raggiunto, in ottobre, anche il Piemonte ( e Lombardia) con le varie, lussureggianti vallate subalpine.

Le cronache locali e le immagini “dal vivo” ci hanno rimandato fiamme ruggenti, nuvole di fumo e distese di monconi d’albero anneriti, in vastità e sequenze inaudite. Ci hanno documentato altresì i pericoli per le zone abitate e la mobilitazione dei soccorsi che  rendevano memorabili le operazioni di terra e dal cielo.

 Sgomento, ira, conta dei danni, apprezzamento degli interventi, pur con qualche accenno di recriminazioni, hanno caratterizzato i commenti, inframmezzati dalle voci preoccupate delle Cassandre meteo-ambientali. Ma sulle cause, prossime e remote, del dilagante fenomeno incendiario, la lingua si è inceppata e il pensiero si è arenato sulle secche del prevalente “fatto doloso”, ascrivibile alla non meglio precisata categoria dei “piromani” in fase di oscura, ma evidente moltiplicazione.

Di incendio doloso, come pure di generica piromania, si parla da tempo (a calare fino a zero, o quasi, è per fortuna il ricorso alla fantomatica autocombustione), ma la dimensione e la ripetitività, in crescita, del fenomeno inducevano a sospettare un retroterra motivazionale più complesso  o comunque difficilmente afferrabile.

La “tradizionale” azione dolosa trovava infatti una solida “giustificazione” in una qualche “utilità” perversa, ma  a suo modo comprensibile: una prossima gettata di erba fresca e rigogliosa per la pastorizia e, soprattutto la predisposizione di nuove, traverse opportunità di sfruttamento del suolo depauperato per l’edilizia strisciante e le opere connesse. Il fatto però che né l’habitat delle greggi né l’appetibilità edificatoria fossero palesemente estensibili a tutti i territori ora devastati (in effetti solo a poche zone effettivamente praticabili)  stanno costringendo esperti e commentatori a riposizionarsi, seppure a disagio, su una insospettabile varietà/novità/gravità delle pulsioni distruttive individuali.

Ben rappresentate, volendo, dai famosi versi “giocosi” di Cecco Angiolieri : S’i’ fosse fuoco, arderei ‘l mondo / s’i’ fosse vento, lo tampestarei / s’i’ fosse acqua, i’ l’annegherei / ..etc.  fino alle  donne giovani e leggiadre, peraltro non comprese nelle ire funeste del poeta dugentesco.

Scemata per fortuna, con i primi di novembre e l’annuncio di pioggia risanatrice, la panoramica degli incendi e la pressione degli interventi d’emergenza, i discorsi sparsi sulle cause del  frammentato disastro si stanno facendo - se non è un’impressione e a parte la grande, indiscutibile concausa  del suolo inaridito - più flebili o incerti, già sull’aspetto della “molteplicità strategica” degli inneschi di vallata (o sviluppo straordinariamente impetuoso dei limitati, numericamente parlando, attacchi piromani. Ma mentre scrivo il TGR parla di sei inneschi appena rilevati a  Borgo San Dalmazzo).

La differenza,  ai fini preventivi e repressivi, di azioni incendiarie organizzate e finalizzate (?) rispetto ad alcune “imprese” di singoli “lupi solitari” (come oggi si dice), è notevole e complicata sotto il profilo pratico della “caccia agli untori”, e le forze dell’ordine, con gli amministratori locali, ne sono certo ben consapevoli.

E’ la differenza  che passerebbe tra un “bullismo da paese” – che pure si è manifestato, in tono minore, anche tra le nostre campagne di pianura, ove sono andati in fumo, in rustici o in campo, gli imballi di paglia o fieno – e una sorta di “mini-terrorismo” (duole pronunciare anche solo la parola), rivolto a fomentare un clima di insicurezza, di sovrastante pericolo, buono a tutti gli usi.

Ovvio auspicare che prima di nuove – e ahimè prevedibili -  stagioni di vasta e complice aridità, questa storia dei “fuochi di massa” venga ripresa e riassunta, da chi può, nei suoi termini realistici e aggiornati. Anche ai fini di valutare le possibili contromisure tecnico-normative e di pubblico orientamento comportamentale.

Dario Fornaro

05/11/2017 20:49:00
comments powered by Disqus
10.01.2018
Ente Regionale Parco del Po VC - AL
Una bella persona di cui sentiremo la mancanza. Senza di lui non ci sarebbe nè la "Garzaia di Valenza" (dal nome di quei deliziosi uccelli bianchi chiamati "garzette") e non ci sarebbero i parchi fluviali del Po, tutti e tre, non solo quello di competenza valenzana. Un uomo che ha saputo perfettamente...
 
02.01.2018
Pro Natura Regione Piemonte
Sulla base di una segnalazione circostanziata di Legambiente, cominciano a farsi sentire anche altre associazioni ambientaliste preoccupate per quanto sta succedendo a Casale M.to. La possibilità di poter avere un impianto pilota di studio e sperimentazione sull'energia da "fusione nucleare" ha portato...
12.12.2017
Marco Grimaldi
In data 12 dicembre 2017 l’Assessora Pentenero ha risposto all’interrogazione urgente in merito allo stato dei lavori per il contrasto del dissesto idrogeologico.Fonti giornalistiche hanno infatti riportato che al Piemonte servirebbero 759 interventi, per un valore complessivo di quasi un miliardo e...
 
04.12.2017
AFEVA Casale M.to
Vittoria in Brasile: amianto, STOP dalla Corte Costituzionale!Ci è giunta notizia dall'Associazione delle vittime dell'amianto del Brasile e dalla "pasionaria" Fernanda Giannasi che la Corte Costituzionale brasiliana (Supremo Tribunale Federale) ha dichiarato incostituzionale l'uso dell'amianto in Brasile....
30.11.2017
Piero Belletti
Pubblichiamo con piacere la lettera in questione di cui condividiamo contenuti e motivazioni...Sig. Assessore alla Caccia – Regione Piemonte Caro Assessore, quando lo scorso anno fu presentata la proposta di riequilibrare la rappresentatività dei componenti i Comitati di Gestione degli ATC e dei CA...
 
30.11.2017
Eva Sirinathsinghji & Mae-Wan Ho
Il glifosato ha contaminato terra, acqua, aria e il nostro approvvigionamento alimentare; i livelli massimi consentiti sono aumentati di 100-150 volte nell'Unione europea .......e l'ambiente accumula (...ma non smaltisce...). ... L'uso di erbicidi a base di glifosato, in particolare la formulazione Roundup...
18.11.2017
Elvio Bombonato
Comunicato congiunto tra Comune di Alessandria, ARPA e ASL, i quali hanno firmato un protocollo ( a righe o a quadretti?; ahi il burocratese), un accordo sottoscritto, con l’impegno di realizzarlo. Pardon, rinnovato, “con l'obiettivo di aumentare i controlli preventivi e combattere gli alti tassi...
 
09.11.2017
Aydin(*)
L’acqua è la principale ricchezza della piana alessandrina, l’unica sicura dopo l’amaro risveglio dal sogno industriale degli Anni 70, dall’illusione collettiva di trasferire oltre Appennino parte dell’obsoleta industria ligure. Solo all’abbondanza di acqua si devono rese agrarie tra le più elevate...
07.11.2017
Gruppo promotore "Sfridoo"
La Startup che restituisce valore agli scarti. A Ecomondo approda Sfridoo, la prima piattaforma digitale che aiuta le aziende a comprare e vendere il proprio scarto di produzione Rimini fiera apre le porte a Ecomondo, la manifestazione dedicata alla green e alla circular economy che accoglie da...
 
05.11.2017
Dario Fornaro
Salendo lentamente, ma inesorabilmente, da Sud a Nord del paese – e persistendo oltre misura la siccità che ha stremato in ogni dove terreni agricoli e aree boscate – l’ondata degli incendi “casuali” ha raggiunto, in ottobre, anche il Piemonte ( e Lombardia) con le varie, lussureggianti vallate subalpine. Le...
Segnali
sabato 20 gennaio 2018 con inizio ore 9.30 a Casale Monferrato in occasione del 73° anniversario dell'eccidio...
sabato 20 gennaio alle ore 17.30 in c/so Montebello n°41 a Tortona inaugurazione della sede di "Liberi...
domenica 21 dalle 9.30 al Teatro Espace di via Mantova 38 Torino si apre la campagna elettorale di...
Venerdi 26 gennaio ore 21 Palestra piazza del Municipio Castelletto d’Orba Spettacolo teatrale Ingresso...
Venerdì 2 Febbraio alle ore 17.30 presso Istituto Storico della Resistenza Via Guasco – Alessandria Roberto...
L’Ente-Parco organizza una serata “avventurosa” in compagnia di Emanuele Biggi, autore assieme a Francesco...
Forum Italiano dei Movimenti per la Terra e il Paesaggio 14/01/2018 ...
Segnaliamo un interessante articolo comparso sulla rivista online economiaepolitica http://www.economiaepolitica.it/politiche-economiche/europa-e-mondo/la-ripresa-e-lo-spettro-dellausterita-competitiva/...
il 28 gennaio alle ore 17.00. presso il "Diavolo Rosso", in piazza S. Martino 4 ad Asti, Asti incontra...
I MARCHESI DEL MONFERRATO NEL 2018 Si è appena concluso un anno particolarmente intenso di attività,...
Stephen Jay Gould Alessandro Ottaviani Scienza Ediesse 2012 Pag. 216 euro 12​ New York, 10 settembre...
C'è tempo fino al prossimo 5 febbraio per presentare domanda per un posto disponibile all'Inac della...
Dal 16 dicembre 2017 al 20 gennaio 2018 Centro Comunale di Cultura, Valenza (AL) Mostra “4 x 4: 4...
Sabato 27 gennaio 2018, alle ore 21​​presso il Teatro "SOMS" di Bistagno (AL), Corso Carlo Testa 10,va...
Finalmente è arrivato il momento della riapertura della sala cinematografica di Valenza, bomboniera di...
News dai media nazionali:
Ultime Notizie
facebook
"Citta` Futura on-line" è la testata giornalistica dell`associazione Citta` Futura registrata 
in data 20 gennaio 2012 con atto n°1 presso il Registro della Stampa del Tribunale di Alessandria.
Redazione Mobile:  +39.3351020361 (SMS e MMS)  - Email: cittafutura.al@gmail.com 

Oltre le informazioni. Opinione ed approfondimento.