Associazione Città Futura - Logo
Il futuro del centro-sinistra
Lo strabismo della democrazia al tempo dei partiti personali
Mauro Calise

Ci sono due vicende parallele, nell’orticello della politica italiana, che la dicono lunga sul destino – sempre più incerto – della nostra democrazia. Una è fin troppo visibile, e occuperà – con polemiche, strascichi e ricorsi – i notiziari dei prossimi giorni. Riguarda il congresso del Pd. L’ultimo partito sopravvissuto alla grande stagione, ormai al tramonto, delle organizzazioni di massa. Un fenomeno che andrebbe seguito con l’attenzione che – in altri campi – dedichiamo alle specie in via di estinzione. Non dico con gratitudine, una virtù che non esiste in politica. Ma almeno con la consapevolezza che si tratta dell’unico organismo – di un qualche peso – in cui è ancora possibile dibattere dei programmi futuri, confrontarsi e sfidarsi apertamente, contare in modo trasparente i risultati, e decretare il vincitore secondo regole riconosciute da tutti. Anche da coloro che non fanno parte di quel partito. Insomma, indipendentemente dal fatto che ci stia più simpatico Renzi, o Orlando o Emiliano, o che piuttosto li detestiamo tutti e tre, dovremmo tutti celebrare questo evento come un segnale di tenuta del nostro sgangherato edificio democratico. Tanto più prezioso perché, ormai, unico nel panorama dell’intero sistema politico. Semmai ci saranno altre primarie, riguarderanno protagonisti ininfluenti. E di contro, per quelli più importanti, possiamo essere ben certi che, invece, primarie vere non ci saranno.

Col che veniamo alla seconda vicenda, quella che riguarda i due processi – uno civile, l’altro penale – che investono i Cinquestelle a Genova, per le denunce intentate ai vertici dalla candidata spodestata con atto monocratico da Grillo dalla competizione a sindaco. I profili giuridici del caso sono in bilico tra Kafka e Ionescu. Il presidente del Tribunale, incaricato di istruire la causa, ha, infatti, dichiarato che aspetta di leggere il fascicolo per capire come procedere. Al momento, parole testuali, non saprebbe se il M5S andrebbe considerato «come un partito, associazione alla pari di un sindacato, una pro-loco o una bocciofila». Il che, tradotto per il cittadino comune, significa che, alle prossime elezioni, noi potremmo ritrovarci al governo un gruppo che – nella patria del diritto romano – è, al suo interno, regolamentato come una qualunque bocciofila di paese. Anzi, di un piccolo paese. Visto che le cronache recenti delle comunarie – il termine fastoso con cui i grillini hanno battezzato le loro consultazioni online per la scelta del candidato sindaco – ci dicono che la partita a Piacenza si è chiusa per 59 a 31, mentre quella – molto più partecipata – di Padova ha segnato il trionfo del vincente per ben 108 a 48. Per completare l’informazione sulla quantità e qualità della democrazia dei Cinquestelle, è importante che il lettore sappia che un punto dirimente nella sfida tra i ricorrenti genovesi e il Garante riguarda la lettera maiuscola. Sembra infatti – non è una barzelletta – che, per difendersi da eventuali ricorsi, Grillo abbia messo una V maiuscola nel MoVimento di cui è intestatario insieme a suo nipote Enrico e al suo commercialista di fiducia. In modo da non confonderlo con quello, munito di una sola minuta lettera minuscola, che è invece in campo per prendere voti.

Dunque, a voler tirar le conclusioni, queste due vicende parallele sulla democrazia dei partiti in Italia mostrano, da una parte, il Pd impegnato con decine di migliaia di militanti nel primo round di una competizione di massa per scegliere il proprio leader, con il secondo previsto il 30 aprile con - almeno - un milione di votanti. Dall’altra ci sono i Cinquestelle, impigliati in una serie di processi per sbrogliare le candidature decise da qualche decina di iscritti, su un server le cui chiavi rimangono ben salde – e secretate – nelle mani di una aziendina privata. Bene, che cosa pensate che accadrà nei prossimi giorni? Vi aspettate che ci sia finalmente non dico una sollevazione popolare ma almeno un robusto e duraturo moto di indignazione e di opinione contro il protrarsi della dittatura di Grillo sul suo partito personale? O, invece, c’è qualche lettore così ingenuo da prevedere che il can can dei media stampati, e ancor più di quelli televisivi, si concentrerà su qualche lite immancabile tra i candidati Pd, per contestare qualche zerovirgola e guastare la festa al vincitore? Con in più la ciliegina sulla torta, che i grillini – dai loro blog e dai microfoni che sempre li inseguono – spareranno a zero sul sistema mediocratico che li tartassa. Forse, il principale pericolo per il futuro della democrazia italiana sta proprio in questa matassa. Ci siamo persi nella foresta dei vecchi partiti, mentre l’albero di un nuovo partito autoritario cresce – e presto governerà - al di sopra delle nostre teste.

 

                                                                  (“Il Mattino”, 2 aprile 2017)

03/04/2017 16:19:14
comments powered by Disqus
23.07.2017
Renzo Penna
Risulta totalmente inutile e un pò ipocrita, scandalizzarsi per i 30 milioni di liquidazione di Flavio Cattaneo per i 16 mesi da Amministratore delegato di Telecom Italia (62 mila euro al giorno), o fare battute sulla brava Sabrina Ferilli. Se questo è il sistema chi fa il manager si "tutela" per tempo....
 
19.07.2017
Alfio Brina
Il Piano Triton ha sostituito l’operazione “Mare nostrum” nel presidio dei flussi migranti. Entrato in funzione il 1° novembre del 2014, prevede contributi volontari da parte di 15 dei 28 paesi membri dell’UE. In questi anni i fondi che l’Italia ha ricevuto per la gestione dei flussi migratori sono...
18.07.2017
Filippo Fontefrancesco
A volte si rompono, i partiti come i rapporti umani. Leggere in questi giorni del dibattito romano, delle possibili frammentazioni all’orizzonte colpisce, un po’ per tedio, un po’ per dispiacere, un po’ per incredulità: tedio, perché dal 2007 il dibattito circa la tenuta del partito, delle varie sue...
 
18.07.2017
Mauro Calise
A leggere l’intervista al Mattino dell’ex-ispiratore e mattatore della Seconda repubblica al tramonto, potrebbero venire le traveggole. E’ possibile che Berlusconi continui a ripetere, come un disco rotto, gli slogan del bipolarismo, rifiutandosi di prendere atto che, con l’arrivo dei Cinquestelle,...
15.07.2017
Alfio Brina
CENTO MILA GLI AMMINISTRATORI DELLE VARIE AZIENDE OLTRE DUE MILIARDI DI EURO L’ANNO L’ONERE PER I LORO EMOLUMENTI L’Ires, il Centro studi della CGIL nazionale, ha pubblicato uno studio approfondito sulle società pubbliche presenti nel territorio nazionale. Le aziende partecipate sono società...
 
09.07.2017
Pier Carlo Lava
Un Governo responsabile per quanto riguarda la sicurezza e il lavoro, ha l’obbligo di tutelare prima i cittadini italiani. ... Alessandria: In passato i migranti extra comunitari che arrivavano nel nostro paese, in particolare per talune categorie di imprese che diversamente sarebbero state costrette...
06.07.2017
Agostino Spataro
"Per la cd “comunità internazionale”, il “valore” della Libia è dato, essenzialmente, dalle sue produzioni e riserve d’idrocarburi (le prime dell’Africa) che si trovano, prevalentemente, a est del Paese (fra la Cirenaica e il confine con l’Egitto). Per me la Libia (che ho avuto la ventura di conoscere...
 
06.07.2017
Michele Filippo Fontefrancesco
Lettera aperta al Segretario Nazionale Caro Segretario, anche a Valenza abbiamo appreso, sui giornali, le disposizioni relative al nuovo congresso dei circoli del nostro Partito; regole che cambiano un quadro, lo sconvolgono ridefinendo la base elettorale di un congresso che sarebbe dovuto essere...
06.07.2017
Antonio Lettieri
Dopo i catastrofici risultati che hanno abbattuto l’uno dopo l’altro i partiti socialisti europei, l’inatteso successo del Partito laburista è (o potrebbe essere ) una lezione e una boccata di ossigeno. Nella strategia del leader inglese non c’è niente di rivoluzionario. E’ solo una strategia politica di...
 
05.07.2017
Elvira Dragonia Vernengo
Ogni giorno un nuovo caso di omicidio che riguarda una donna vittima di Stalking.Firmate anche voi a sostegno della petizione: https://mail.google.com/mail/u/0/#inbox/15d12b0603b58904 ​Una lunga scia di sangue che non sembra volersi interrompere. È evidente, che leggi attuali pur buone vengono scavalcate...
Segnali
Anche quest'anno nel cortile di Palazzo Cuttica si terra' la rassegna 'Cinema sotto le stelle'. La programmazione,...
Segnaliamo un interessante articolo di Giovanni Orsina dal titolo “La rivoluzione che serve alla sinistra”...
Il Comune di Alessandria con la collaborazione del Gruppo Amag presenta Note e Visioni - L'estate alessandrina...
Venerdì 28 luglio 2017 dalle ore21.00 Grand Hotel Nuove Terme – Acqui Terme Concerto duo pianistico Marco...
sabato 8 luglio alle ore 21​ad Ovada nell' Oratorio dell' Annunziata,dove si trova uno degli strumenti...
venerdì 16 giugno alle ore 17.30 alle Sale d'Arte di via Machiavelli 13 ad Alessandria si terrà l'inaugurazione...
Programma Proiezioni Cinema Macallè dal 21 al 25 Luglio 2017Venerdì 21 Luglio ore 21,30 UN TIRCHIO QUASI...
Il progetto Aleramici in Sicilia – avviato dal Circolo Culturale “I Marchesi del Monferrato” sta incontrando...
L’edizione 2017 dei “Percorsi di valorizzazione artistica e musicale nelle chiese ed edifici storici...
Segnaliamo un articolo di Daniela Venanzi - comparso sulla rivista “economiaepolitica” - sulle sofferenze...
A settembre torna il bando SociAL. 550mila euro per il Terzo Settore L’edizione 2017 del Bando della...
Fino a Domenica 14 Gennaio 2018Musei Reali - Galleria Sabauda, Piazzetta Reale 1 Torino Un'imperdibile...
Parte la Campagna dell' "Aglio solidale" a sostegno delle vittime della città martire di Cizre, nel...
È disponibile il bando del Premio Adelio Ferrero 2017 (trentaquattresima edizione). Contemporaneamentesono...
Dal 13 luglio al 23 ottobre a Palazzo Madama Torino Le forme del paesaggio italiano, anche nella sua declinazione...
News dai media nazionali:
Ultime Notizie
facebook
"Citta` Futura on-line" è la testata giornalistica dell`associazione Citta` Futura registrata 
in data 20 gennaio 2012 con atto n°1 presso il Registro della Stampa del Tribunale di Alessandria.
Redazione Mobile:  +39.3351020361 (SMS e MMS)  - Email: cittafutura.al@gmail.com 

Oltre le informazioni. Opinione ed approfondimento.