Associazione Città Futura - Logo
Il futuro del centro-sinistra
i "Verdi" per una vera riforma del Parchi
Coordinamento Verdi Piemonte
 Riforma aree protette: i VERDI PIEMONTESI per una vera tutela del territorio a partire dai Parchi.

E’ stata approvata dal Senato la riforma della legge 394/91 che riguarda le Aree Protette e ora è approdata alla Camera. I VERDI piemontesi, nel cui territorio insistono 2 Parchi Nazionali e 94 aree protette, esprimono grande preoccupazione per i contenuti della riforma.

Nel 1991 il nostro Paese si è dotato di una normativa organica e unitaria con una visione globale di beni preziosi da proteggere come ecosistemi ancora incontaminati,  la biodiversità, l’acqua, i boschi, il paesaggio.

17 associazioni ambientaliste e centinaia di esperti e uomini di cultura hanno criticato una riforma che va nella direzione opposta agli obiettivi di protezione e salvaguardia dell’ambiente naturale e contraddice gli articoli 9 e 32 della Costituzione che attribuiscono allo Stato il compito di proteggere il Paesaggio e la salute delle persone che potrebbero essere danneggiate dal depauperamento ambientale.

Le modifiche apportate alla 394/91 non  colgono il senso costituzionale che vede la tutela della natura in capo allo Stato e la trasferisce verso il livello locale.

La riforma non prevede competenze specifiche per direttori e presidenti dei Parchi togliendo la competenza della nomina al Ministero e attribuendola al Consiglio direttivo del Parco.

Il Consiglio direttivo prevede la presenza di portatori di interessi specifici e non generali come deve essere. Non vengono definiti strumenti di partecipazione dei cittadini né la previsione di comitati scientifici.

Le risorse stanziate per le 23 perle naturalistiche del Paese sono irrisorie, meno di quanto occorre per costruire un km della variante di valico  Bologna Firenze.

La riforma non valorizza il ruolo delle aree protette come strumento efficace per la difesa della biodiversità e non chiarisce il ruolo che deve svolgere la Comunità del Parco. Un testo che doveva rafforzare il ruolo e le competenze dello Stato centrale nella gestione delle aree marine protette, ma che in realtà continua a lasciare questo settore nell’incertezza e senza risorse adeguate.

. Un sistema di “royalties” che, pur legato ad infrastrutture ad alto impatto già esistenti, deve essere modificato per evitare di condizionare e mettere sotto ricatto i futuri pareri che gli enti parco su queste dovranno rilasciare;


·
Controllo della fauna selvatica da parte dei cacciatori, che devono avere conseguito un'idonea abilitazione. Cio’ potrebbe acuire le pressioni del mondo venatorio

· L’istituzione di un fantomatico Parco del Delta del Po senza che venga definito se si tratti o meno di un parco nazionale, quando peraltro la costituzione di questo, come Parco Nazionale, è già oggi obbligatoria ai sensi dalla legge vigente

· Non si vietano le esercitazioni militari nei parchi e nei siti natura 2000;

· Non si garantisce il passaggio delle Riserve naturali dello Stato, del personale e delle risorse impegnate ai parchi;

Sono alcuni dei motivi che fanno di questa riforma una riforma sbagliata, incapace di dare soluzioni ai problemi delle Aree Protette, ma addirittura tale da avvicinare troppo sino a sovrapporre pericolosamente i portatori d’interesse con i soggetti preposti alla tutela, svilendo la missione primaria delle aree protette e mettendole in ulteriore sofferenza. Alla luce di ciò, gli elementi utili introdotti dalla riforma, soprattutto in termini di pianificazione, di classificazione e gestione dei siti della rete Natura 2000, di considerazione dei servizi ecosistemici, appaiono sostanzialmente depotenziati.

A venticinque anni dalla sua approvazione, il Senato, snaturandone i presupposti, approva modifiche inadeguate alla legge sulle aree protette che ha garantito la conservazione della natura e la salvezza di una parte cospicua del territorio italiano. La questione ora si sposta alla Camera dei Deputati. I VERDI faranno di tutto per far capire che la protezione della natura è una risorsa e una ricchezza che il nostro Paese non può più permettersi di compromettere ulteriormente.

A tal proposito il Coordinamento dei VERDI ECOLOGISTI E CIVICI del Piemonte intende promuovere un Convegno per affrontare le problematiche emerse con la nuova proposta di legge.

 

03/04/2017 23:59:39
comments powered by Disqus
29.05.2017
Mauro Calise
Dunque, saremmo al rush finale. O almeno così sembrerebbe. Nella confusione in cui ci ritroviamo, nessuno, infatti, sarebbe sorpreso se il valzer della nuova legge elettorale – un giro con te, uno con lui, magari perfino tutti insieme appassionatamente – si tramutasse in valzer degli addii. Col tavolo...
 
29.05.2017
Domenico Ravetti
Il Consiglio dei Ministri ha approvato lo scorso venerdì 12 maggio i decreti attuativi della Legge sul terzo settore (106/2016). A giudizio delle Associazioni dopo quell’approvazione molti timori contenuti nella “Lettera aperta in difesa del volontariato”, inviata a tutti i consiglieri regionali nello...
29.05.2017
Patrizia Gioia
Ieri, nel Centro culturale Ikeda di Milano per la Pace , inaugurato lo scorso 27 ottobre, frutto del recupero di una delle più belle e antiche cascine milanesi dei Visconti e sede del centro buddista più grande d'Europa, si è tenuto un pomeriggio di incontro interreligioso. La grande sala che contiene...
 
20.05.2017
Franco Livorsi
E’ bello interloquire su “Città Futura on-line”, che è rimasto uno dei pochi luoghi di discussione tra famiglie diverse della sinistra, che solitamente sanno solo combattersi come cani e gatti (anche se pure noi civesfuturi, quanto a contrasti “in famiglia”, quando ci mettiamo non scherziamo)....
18.05.2017
Filippo Boatti
Questo fine settimana (19-20-21 maggio) la nuova formazione politica “Articolo 1 - Movimento Democratico e Progressista” terrà la sua prima convention programmatica “Fondamenta” a Milano. Nell’attesa di conoscere quali saranno dunque i “fondamentali” o le basi su cui tale nuova formazione della Sinistra...
 
13.05.2017
Alfio Brina
“Quando la realtà non può più essere nascosta – scrive l’economista Bini Smaghi, citando Umberto Eco e Guido Carli, - rimane un’ultima cartuccia da sparare, quella del complotto esterno e del capro espiatorio, così tutti cavalcano l’idea che l’Italia sia nelle condizioni in cui...
13.05.2017
redazione
Pensando di dare un contributo al dibattito sulla questione occupazionale, proponiamo un articolo comparso sulla rivista online “Economiaepolitica” tra i cui autori ritroviamo alcuni professori dell’UPO. Gli autori dell’articolo partendo dal dato che gli occupati nel settore pubblico sono in Italia...
 
09.05.2017
Pier Luigi Cavalchini
Un “Settanta per Cento” che dà forza…​Difficile capire quali saranno le linee guida della prossima strategia renziana. Di certo esce da un successo “doppio”, ottenuto grazie alle “primarie”. Prima di tutto per il risultato (il 70 per cento è davvero ragguardevole) poi per la dimostrazione di forza e...
04.05.2017
Carlo Viscardi
Caro Livorsi ho letto…e riletto con attenzione il tuo pezzo su Città futura : e, a parte qualche piccola precisazione storica “ …un PD fondato da Veltroni..(?) ” da parte di chi c’era e non da osservatore…!, penso che l’approccio del ragionamento sviluppato anche con dovizia di dati sia sostanzialmente...
 
03.05.2017
Alfio Brina
Domenica 30 aprile, 1 milione e 848.658 cittadini si sono recati ai gazebo per eleggere il Segretario nazionale del PD. Matteo Renzi ha ottenuto 1 milione e 283.389 voti, il 70,01%; Andrea Orlando 357.526 voti, il 19,5%: Michele Emiliano 192.219 voti, il 10,49%. Domenica 7 maggio, l’Assemblea nazionale...
Segnali
Il Sindaco e Presidente della Provincia di Alessandria, il Prefetto di Alessandria, Romilda Tafuri, e...
Domenica 4 giugno 2017ore 16:30 Presso il Sacrario della Benedicta 12° Concerto alla Benedicta Sono...
mercoledi 31 maggio, ore 21,15 ultimo appuntamento del corso "Cinema, Introspezione, Empatia", presso...
Mercoledì 31 maggio 2017dalle ore 14 tornei di calcetto e basket presso il Parco Carrà si terrà il momento...
L’Associazione SpazioIdea, la Libreria Fissore e l'Associazione La Voce della Luna, in collaborazione...
La Compagnia Gli Illegali in collaborazione con il Chiostro Hostel and Hotel e l’Associazione di Promozione...
STAGIONE 2016-2017 TRE DONNE DIVISE TRA DUE MONDI PREMIATO A TORONTO, SAN SEBASTIAN E ALL’HAIFA INTERNATIONAL...
Programmazione Cinema Teatro Macallè - Alessandria, Castelceriolo Da Venerdì 26 a Martedì 30 Maggio 2017...
giovedì 1 giugno 2017 ore 19,00-22,30 (con pausa buffet) Cultura e Sviluppo Piazza Fabrizio De Andrè conferenza...
Il primo fine settimana di giugno, dal 2 al 4 giugno, Alessandria e provincia rivivranno l’epopea del...
il 2 giugno a Lu Monferrato alle ore 19.00 nella piazza dedicata al generale "Luigi Gherzi", torna...
Nel prossimo weekend lungo, nei giorni 2, 3 e 4 Giugno, FIAB onlus organizza una serie di iniziative...
martedì 6 giugno - h 17 presso il MUSEO C ERA UNA VOLTA -. Piazza della Gamberina, Via Mazzini -...
Per doverosa informazione ai lettori pubblichiamo il comunicato stampa del Comune di Alessandria relativo...
Fino al 31 maggio sono aperte le iscrizione per il nuovo corso serale CAT (ex Geometra). Dall’anno scolastico...
News dai media nazionali:
Ultime Notizie
facebook
"Citta` Futura on-line" è la testata giornalistica dell`associazione Citta` Futura registrata 
in data 20 gennaio 2012 con atto n°1 presso il Registro della Stampa del Tribunale di Alessandria.
Redazione Mobile:  +39.3351020361 (SMS e MMS)  - Email: cittafutura.al@gmail.com 

Oltre le informazioni. Opinione ed approfondimento.