Associazione Città Futura - Logo
Il futuro del centro-sinistra
Quasi novemila "Partecipate" in Italia
Alfio Brina

 

 

CENTO MILA GLI AMMINISTRATORI  DELLE VARIE AZIENDE

OLTRE DUE MILIARDI DI EURO L’ANNO L’ONERE PER I LORO EMOLUMENTI

 

L’Ires, il Centro studi della CGIL nazionale, ha pubblicato uno studio approfondito sulle società pubbliche presenti nel territorio nazionale.

Le aziende partecipate sono società nel cui capitale sono presenti le amministrazioni pubbliche. Secondo i dati del Tesoro in Italia sono 8.893, di cui 7.230 attive.

Considerando che ogni società partecipata è diretta da un Consiglio di gestione composto da 5 - 7 o più membri, si stima che complessivamente gli amministratori delle aziende pubbliche non siano meno di 100 mila unità. Ora, tra stipendi, emolumenti vari, gettoni di presenza, costi di gestione, segretarie e auto blu, si calcola che il costo complessivo si aggiri oltre i 2 miliardi di euro l’anno.

L’ex commissario allo Spending review, Carlo Cottarelli nel suo rapporto presentato all’inizio del 2014 aveva stimato in 2 miliardi l’anno i possibili risparmi derivanti dal disboscamento di tale giungla: il numero delle partecipate si sarebbe dovuto ridurre da quasi 9.000 a non più di 1.000.

Gli affondi della spending review nel processo di revisione della spesa pubblica avviati formalmente da tempo, sono rimasti del tutto inefficaci. Dal 2005 al 2016 in media – dice lo studio della CGIL - in Italia sono sorte un’azienda al giorno.

La Regione con il maggio numero di partecipate è la Lombardia con 1.349, mentre il Molise si ferma a 58. Occupano quasi 800 mila lavoratori. Le amministrazioni maggiormente coinvolte sono i Comuni con 6.074 partecipate (ex municipalizzate). Le province sono a quota 1.885. Le Camere di Commercio a 1.292. Le Università a 993 e le regioni a 776. Lo stato si ferma a 562, ma al Tesoro fa capo il maggior numero di addetti. Considerando solo le partecipate degli enti locali, il 29,1% è in perdita: il rosso complessivo raggiunge i 688 milioni di euro. Il 60% risulta in utile, le altre in pareggio.

In Alessandria, sino al 1995, le municipalizzate erano 4, in seguito, con le giunte Calvo, Scagni e Fabbio sono lievitate a 36. La giunta Rossa le ha ridotte ad una ventina. Sono ancora tante!

In Italia abbiamo una società pubblica ogni 6.821 abitanti. La Valle d’Aosta 1 ogni 1.929 abitanti; in Trentino Alto Adige 1 ogni 2.126; in Friuli Venezia Giulia 1 ogni 4.139; Toscana 1 ogni 4.522; Liguria, Emilia, Marche, Abruzzi e Molise 1 ogni 5-6 mila abitanti. L’Umbria, Il Veneto ed il Piemonte 1 ogni 6-7 mila abitanti; La Lombardia 1ogni 7.419 abitanti, la Basilicata 1ogni 8.826 abitanti; il Lazio 1 ogni 9.273 abitanti. Così la Sardegna 1 ogni 9.000. Le più virtuose sotto questo aspetto sono le regioni meridionali: 1 a 14.554 la Campania, Così la Sicilia, la Calabria 1 ogni12.000, la Puglia 1 ogni 12.355 abitanti.

Lo studio della CGIL dice che l’inondazione è cominciata nella seconda metà degli anni “Novanta” con la riforma delle autonomie locali. Ma è dal decennio successivo che si registra l’impennata maggiore grazie anche alla famosa riforma del Titolo V della Costituzione voluta da un centrosinistra all’inseguimento forsennato della Lega Nord che ha ampliato a dismisura le prerogative della politica locale alimentandone le tentazioni più inconfessabili, con ripercussioni negative sul fronte della spesa e dell’indebitamento pubblico.

La Legge 190 del dicembre 2014 prevedeva che gli enti locali predisponessero piani di razionalizzazione delle partecipate entro il marzo dell’anno successivo. La Corte dei conti ha rilevato che due mesi dopo quella scadenza soltanto 3.570 soggetti sugli 8.186 interessati dalla disposizione l’avevano osservata.

Anche la Legge Madia, di riforma della Pubblica Amministrazione, ha fissato per legge tale riduzione, la stessa però, prima si è incagliata alla Corte Costituzionale poi ha dovuto affrontare un’estenuante trattativa fra governo e poteri locali.

A settembre, su questo tema, insieme alle norme sulla mobilità del personale, il governo dovrà affrontare i sindacati.

Un immobilismo disarmante è presente a livello di Enti locali.

Molti amministratori non voglio scontrarsi né con la rete clientelare ed elettoralistica che alimenta le nomine nei diversi consigli di amministrazione, né tanto meno con il personale e i relativi sindacati delle aziende da sopprimere o accorpare.

Così anche gli enti inutili continuano a sopravvivere e ad erodere risorse pubbliche sottraendole ad investimenti strutturali e produttivi.  

 

                                                                A cura di Alfio Brina

15/07/2017 00:15:52
comments powered by Disqus
23.07.2017
Renzo Penna
Risulta totalmente inutile e un pò ipocrita, scandalizzarsi per i 30 milioni di liquidazione di Flavio Cattaneo per i 16 mesi da Amministratore delegato di Telecom Italia (62 mila euro al giorno), o fare battute sulla brava Sabrina Ferilli. Se questo è il sistema chi fa il manager si "tutela" per tempo....
 
19.07.2017
Alfio Brina
Il Piano Triton ha sostituito l’operazione “Mare nostrum” nel presidio dei flussi migranti. Entrato in funzione il 1° novembre del 2014, prevede contributi volontari da parte di 15 dei 28 paesi membri dell’UE. In questi anni i fondi che l’Italia ha ricevuto per la gestione dei flussi migratori sono...
18.07.2017
Filippo Fontefrancesco
A volte si rompono, i partiti come i rapporti umani. Leggere in questi giorni del dibattito romano, delle possibili frammentazioni all’orizzonte colpisce, un po’ per tedio, un po’ per dispiacere, un po’ per incredulità: tedio, perché dal 2007 il dibattito circa la tenuta del partito, delle varie sue...
 
18.07.2017
Mauro Calise
A leggere l’intervista al Mattino dell’ex-ispiratore e mattatore della Seconda repubblica al tramonto, potrebbero venire le traveggole. E’ possibile che Berlusconi continui a ripetere, come un disco rotto, gli slogan del bipolarismo, rifiutandosi di prendere atto che, con l’arrivo dei Cinquestelle,...
15.07.2017
Alfio Brina
CENTO MILA GLI AMMINISTRATORI DELLE VARIE AZIENDE OLTRE DUE MILIARDI DI EURO L’ANNO L’ONERE PER I LORO EMOLUMENTI L’Ires, il Centro studi della CGIL nazionale, ha pubblicato uno studio approfondito sulle società pubbliche presenti nel territorio nazionale. Le aziende partecipate sono società...
 
09.07.2017
Pier Carlo Lava
Un Governo responsabile per quanto riguarda la sicurezza e il lavoro, ha l’obbligo di tutelare prima i cittadini italiani. ... Alessandria: In passato i migranti extra comunitari che arrivavano nel nostro paese, in particolare per talune categorie di imprese che diversamente sarebbero state costrette...
06.07.2017
Agostino Spataro
"Per la cd “comunità internazionale”, il “valore” della Libia è dato, essenzialmente, dalle sue produzioni e riserve d’idrocarburi (le prime dell’Africa) che si trovano, prevalentemente, a est del Paese (fra la Cirenaica e il confine con l’Egitto). Per me la Libia (che ho avuto la ventura di conoscere...
 
06.07.2017
Michele Filippo Fontefrancesco
Lettera aperta al Segretario Nazionale Caro Segretario, anche a Valenza abbiamo appreso, sui giornali, le disposizioni relative al nuovo congresso dei circoli del nostro Partito; regole che cambiano un quadro, lo sconvolgono ridefinendo la base elettorale di un congresso che sarebbe dovuto essere...
06.07.2017
Antonio Lettieri
Dopo i catastrofici risultati che hanno abbattuto l’uno dopo l’altro i partiti socialisti europei, l’inatteso successo del Partito laburista è (o potrebbe essere ) una lezione e una boccata di ossigeno. Nella strategia del leader inglese non c’è niente di rivoluzionario. E’ solo una strategia politica di...
 
05.07.2017
Elvira Dragonia Vernengo
Ogni giorno un nuovo caso di omicidio che riguarda una donna vittima di Stalking.Firmate anche voi a sostegno della petizione: https://mail.google.com/mail/u/0/#inbox/15d12b0603b58904 ​Una lunga scia di sangue che non sembra volersi interrompere. È evidente, che leggi attuali pur buone vengono scavalcate...
Segnali
Anche quest'anno nel cortile di Palazzo Cuttica si terra' la rassegna 'Cinema sotto le stelle'. La programmazione,...
Segnaliamo un interessante articolo di Giovanni Orsina dal titolo “La rivoluzione che serve alla sinistra”...
Il Comune di Alessandria con la collaborazione del Gruppo Amag presenta Note e Visioni - L'estate alessandrina...
Venerdì 28 luglio 2017 dalle ore21.00 Grand Hotel Nuove Terme – Acqui Terme Concerto duo pianistico Marco...
sabato 8 luglio alle ore 21​ad Ovada nell' Oratorio dell' Annunziata,dove si trova uno degli strumenti...
venerdì 16 giugno alle ore 17.30 alle Sale d'Arte di via Machiavelli 13 ad Alessandria si terrà l'inaugurazione...
Programma Proiezioni Cinema Macallè dal 21 al 25 Luglio 2017Venerdì 21 Luglio ore 21,30 UN TIRCHIO QUASI...
Il progetto Aleramici in Sicilia – avviato dal Circolo Culturale “I Marchesi del Monferrato” sta incontrando...
L’edizione 2017 dei “Percorsi di valorizzazione artistica e musicale nelle chiese ed edifici storici...
Segnaliamo un articolo di Daniela Venanzi - comparso sulla rivista “economiaepolitica” - sulle sofferenze...
A settembre torna il bando SociAL. 550mila euro per il Terzo Settore L’edizione 2017 del Bando della...
Fino a Domenica 14 Gennaio 2018Musei Reali - Galleria Sabauda, Piazzetta Reale 1 Torino Un'imperdibile...
Parte la Campagna dell' "Aglio solidale" a sostegno delle vittime della città martire di Cizre, nel...
È disponibile il bando del Premio Adelio Ferrero 2017 (trentaquattresima edizione). Contemporaneamentesono...
Dal 13 luglio al 23 ottobre a Palazzo Madama Torino Le forme del paesaggio italiano, anche nella sua declinazione...
News dai media nazionali:
Ultime Notizie
facebook
"Citta` Futura on-line" è la testata giornalistica dell`associazione Citta` Futura registrata 
in data 20 gennaio 2012 con atto n°1 presso il Registro della Stampa del Tribunale di Alessandria.
Redazione Mobile:  +39.3351020361 (SMS e MMS)  - Email: cittafutura.al@gmail.com 

Oltre le informazioni. Opinione ed approfondimento.