Associazione Città Futura - Logo
Il futuro del centro-sinistra
La fisarmonica del centrosinistra
Mauro Calise

(*) In un anno, è cambiato tutto. Dal partito a vocazione maggioritaria, proteso oltre l’asticella del 40% per prendersi da solo il governo, siamo passati alla fisarmonica. A geometria – e alleanze – variabili. In tutte le direzioni. Cassata, almeno per il momento, la troppa impegnativa coalizione, la discussione si sposta sul terreno più flessibile – e, ovviamente, friabile – degli accordi di scopo. Liste civiche sul fianco destro, liste civetta sul territorio, liste unitarie – ma non troppo – col campo progressista che l’ex-sindaco di Milano sta provando a mettere in campo. Un frenetico via vai di messaggeri, trattative, e tavolini imbanditi di buoni propositi. Cui, però, mancano ancora i voti. Perché l’unica certezza, al momento, è che la folla e l’attenzione ai convegni riguardano soprattutto i politici, i diretti interessati all’ipotesi di riuscire a strappare un seggio in più. Molti colonnelli e capitani, ma di truppe poca o nessuna traccia.

E’ questa la principale novità rispetto allo scenario dominante fino al flop referendario. Prima, la scena era occupata dai leader, e dai sondaggi che ne scandivano le sorti. Pochi big – Renzi, Grillo, Berlusconi con Salvini a fare da outsider – che provavano a spostare il paese, in blocco, dalla propria parte. Oggi, siamo in un’altra era. I leader sembrano passati di moda. Renzi costretto a fare un passo indietro, Grillo che lo ha fatto sua sponte, il Cavaliere soprattutto impegnato a impedire il sorpasso leghista. Con la rassegnazione crescente che nessuno ce la farà a prendersi la posta. Da cui il ritorno della micropolitica. Quella dei piccoli passi. Uno avanti, uno di lato e un altro chissà dove. Nell’illusione che possa servire a spostare l’elettorato di qualche decimale di voto.

Su questo tipo di nuovo scacchiere, un ruolo importante - se riuscisse davvero a passare – lo giocherà la nuova legge elettorale. Che è stata costruita con l’intento di favorire gli accordi tattici, diversi collegio per collegio, a seconda delle convenienze – ipotizzate – dei vari attori. Non si capisce ancora se il Pd, alla fine, darà il via libera. Vale a dire, non quello ufficiale, ma quello reale che funziona con il passaparola all’ultim’ora. Né si sa se, con il voto segreto, i parlamentari Pd si allineerebbero tutti. L’unico, nel centrosinistra, cui il Rosatellum conviene – sicuramente e apertamente - è Pisapia. Che ha fatto capire a chiare lettere che non ha alcuna intenzione di restare prigioniero degli odi personali che sono il principale alimento dei transfughi del Mdp.  E avrebbe tutto da guadagnare da un congegno che, almeno per un terzo dei seggi, premia qualsiasi tipo di aggregazione. A quel punto, sarebbe molto più facile lasciare gli orfani della ditta a cuocersi nel proprio autoisolamento. E, soprattutto, puntare sulla sponda che, dall’interno del Pd, verrebbe offerta dai big – come Del Rio e Franceschini – che cercano in tutti i modi di spingere Renzi a riaprire i ponti, e il dialogo.

A parole, il segretario è d’accordo. Ma, dentro di sé, si rende conto che, in questa tela allargata, la sua leadership uscirebbe ridimensionata. Ma non è già così? Che cosa è, oggi, più pericoloso per Renzi? Il segretario ha pochissima voglia di accettare di cambiare gioco, infilarsi nel ginepraio sotterraneo della micropolitica in cui altri suoi compagni di partito sono notoriamente più abili. Ma, al tempo stesso, è consapevole che si muove sulle sabbie mobili. La situazione è così traballante che la resa dei conti nel Pd potrebbe essere anticipata anche a prima delle elezioni nazionali, qualora in Sicilia a novembre ci fosse una sonora sconfitta. Quindi, meglio giocare di rimessa. Conservando – almeno all’apparenza – «l’atteggiamento zen» che ha sfoderato nelle ultime occasioni pubbliche. Meglio non tirare troppo la corda. Almeno fino a quando c’è il rischio che possa essergli stretta intorno al collo.

                        ((^) “Il Mattino”, 2 ottobre 2017)

03/10/2017 14:44:07
comments powered by Disqus
16.10.2017
Nuccio Lodato
Fine legislatura e colpi di mano elettorali, migranti e haters, populismi e e indistinte ambizioni politiche, “scissionisti” e progressisti misteriosi… «Fenomeno enigmatico quanto universale è la massa che d'improvviso c'è la ...
 
16.10.2017
Dario Fornaro
LEPANTO E LA TENACIA DEL SIMBOLO La commemorazione della Battaglia di Lepanto ( 7 ottobre 1571) tenutasi nei giorni scorsi a Boscomarengo, in “casa” di Pio V, con una tavola rotonda ampiamente ripresa dalla “Stampa” (8.10. us.), è stata anche l’occasione, per il giornalista (P.B.) e poi anche per...
14.10.2017
Tommaso Ciriaco (*)
Intervista a Matteo Renzi: “Il Pd ha l’idea dell’Italia come comunità: non solo Pil che cresce ma diritti, cultura, educazione”, Matteo Renzi, partiamo dalla stretta attualità. Come valuta il Rosatellum? «Un passo avanti. Non sono entusiasta, naturalmente, perché il 14 dicembre è stato sconfitto...
 
12.10.2017
Mauro Calise
Certo, mettere la fiducia su una legge elettorale è procedura irrituale. Per di più a pochi mesi dal voto. E presta il fianco alle proteste eclatanti che Cinquestelle e Mdp già hanno cominciato a inscenare. E che terranno per un bel po’ banco in parlamento. Però, va anche detto che a questo...
03.10.2017
Mauro Calise
(*) In un anno, è cambiato tutto. Dal partito a vocazione maggioritaria, proteso oltre l’asticella del 40% per prendersi da solo il governo, siamo passati alla fisarmonica. A geometria – e alleanze – variabili. In tutte le direzioni. Cassata, almeno per il momento, la troppa impegnativa coalizione,...
 
01.10.2017
Massimiliano di Giorgio
Paolo Galletti (il suo intervento è visibile su www.verdi.it) ha aperto coraggiosamente il dibattito, chiedendosi e chiedendo giorni fa “Perché i Verdi non sono forti anche in Italia”. La sua non è soltanto una domanda, ma anche la ricerca di una soluzione a un problema, e dunque va considerata una...
27.09.2017
Mauro Calise
Uscisse ora veramente di scena, come ha annunciato per l’ennesima volta, Grillo passerebbe alla storia della politica italiana come un profondo innovatore e, al tempo stesso, un leader geniale. Due attributi che si è meritato, e che tutti – amici e nemici – sarebbero costretti a riconoscergli dal momento...
 
27.09.2017
Mauro Fornaro
Domenica 17 settembre è apparso su La Stampa un lungo articolo di Enzo Bianchi, fondatore della Comunità di Bose: trattasi di una sintesi della lezione magistrale da lui tenuta al Festivalfilosofia di Modena col titolo “Maschio e femmina Dio li creò”. Il giornale dal canto suo titola l’articolo in prima...
27.09.2017
Franco Gavio
(uscito per la prima volta su: https://democraticieriformisti.wordpress.com/2017/09/26/giorgio-abonante-quel-passante-che-prima-o-poi-ti-aspetti/)...​ Al cospetto della attuale situazione politica italiana, ma non solo, un militante di sinistra è riconducibile alla figura di quel tennista frastornato...
 
25.09.2017
Filippo Orlando
Non vi può essere dubbio sul fatto che nel campo del Centrosinistra la divisione e la confusione regni sovrana. Inoltre, il dibattito fra le forze politiche, alla sinistra e alla destra del PD e nel PD stesso, è di scarsa qualità e non riesce ad elevarsi al di sopra del minimo interesse di giornata. Non...
Segnali
Per le/gli iscritte/i e le/i simpatizzanti dell'Associazione "Città Futura"Riunione presso Soms del Cristo...
sabato 21 ottobre alle ore 11.00, presso la sede della Croce Verde di Alessandria si svolgerà la cerimonia...
Segnaliamo un articolo di Giancarlo Bertocco dell'Università degli Studi dell’Insubria e pubblicato...
Prossimo appuntamento: Sabato 21 ottobre dalle 15.00 alle 19.00 presso il Centro culturale “Cultura...
Riceviamo e pubblichiamo i comunicati stampa del MDP relativi all'elezione dei Coordinatori per le provincie...
Sabato 21 ottobre 2017 alle ore 17 presso il Museo Etnografico Gambarina verrà presentato il video...
sabato 21 ottobre 2017 alle ore 10,00 presso l’Auditorium del MarengoMuseum di Spinetta Marengo Sono...
sabato 21 ottobre 2017 – San Fratello (ME) Sarà dedicato alla riscoperta della presenza degli Aleramici giunti...
Sabato 11 Novembre inizia la Nuova Stagione Musicale di "Macallè Reloaded - Movie Blues" al Cinema Macallè Tony...
lunedì 23 ottobre dalle 17 alle 20 alla Casa dell'ambiente Corso Moncalieri 18, 10131 Torino si terrà...
Giovedì 5 ottobre 2017 alle ore 16 nella sede del Consiglio regionale (via Alfieri 15 a Torino) apre...
Ha preso il via, per l'anno scolastico 2017-'18, la 34° edizione del concorso “Diventiamo cittadini europei....
Nasce Massa Critica, una piattaforma per informare e attivare le persone ai temi fondamentali del presente...
Vinci l'abbonamento al Teatro Sociale Sai scrivere racconti o poesie? Ti piace disegnare o realizzare...
News dai media nazionali:
Ultime Notizie
facebook
"Citta` Futura on-line" è la testata giornalistica dell`associazione Citta` Futura registrata 
in data 20 gennaio 2012 con atto n°1 presso il Registro della Stampa del Tribunale di Alessandria.
Redazione Mobile:  +39.3351020361 (SMS e MMS)  - Email: cittafutura.al@gmail.com 

Oltre le informazioni. Opinione ed approfondimento.