Associazione Città Futura - Logo
Il futuro del centro-sinistra
Strabismo, spasmi e personalismi. Un orizzonte per il Partito democratico.
Michele Filippo Fontefrancesco

 

Indubbiamente in questo momento, in particolare alla luce della peculiare leggere elettorale varata dal parlamento, il Partito Democratico appare l’elemento politico necessario per permettere una coalizione di governo solida. D’altra parte il PD del 40% delle europee appare altrettanto un fatto concluso nel passato, lungi dalle quote del presente. Sicuramente è vero che quel 40% nasceva tanto raccogliendo i voti di un elettorato di sinistra istituzionale tanto “mangiando” voti al mondo moderato di Forza Italia e delle varie formazioni centriste. Altrettanto vero è che il PD oggi appare aver perso consensi e rappresentatività tanto a destra quanto a sinistra. Laddove a destra i voti sembrano tornare all’ovile di FI, a sinistra si è andato a creare un variegato mondo il cui elettorato non è più per larga parte sovrapponibile a quello del PD. In questo contesto di incertezze e ripartizioni non è quindi in dubbio se esista una sinistra, anche se di difficile e univoca declinazione, bensì quanto questa sinistra possa pesare alle elezioni. Soprattutto quanto essa possa valere in coalizione o in contrapposizione al PD. Il profilo frammentato dell’Italia è, quindi, questo qui: quattro mondi che al momento non dialogano tra di loro profilando una prossima legislatura ancora più fragile di quella degli ultimi cinque anni.

Di fronte a questo quadro il PD si deve porre un problema di prospettive: cosa vuole fare? Correre per vincere o correre per perdere? Nel primo caso le alleanze ufficiali ed ufficiose sono fondamentali per garantire un peso durante le elezioni e soprattutto un ruolo il giorno dopo. Nel secondo caso, meglio continuare su un percorso di isolamento, rivendicando un’alterità identitaria, sperando di essere la più grande forza di minoranza, potenzialmente occupando tutti gli spazi non acquisiti dalla coalizione di destra e dai Cinque stelle. Tristemente leggiamo in queste ore che la dirigenza nazionale, in questo momento, sembra non aver ancora deciso chiaramente cosa fare da grande, perdendosi in un profondo strabismo strategico.

A livello locale gli stimoli psicodelici del nazionale si tramutano in una sequela di post su Facebook pubblicati da locali dirigenti di partito che a seconda del giorno oggi ce l’hanno con la sinistra, domani con la destra, per non dimenticare i grillini: una dinamica che ricorda una di quelle rappresentazioni della Commedia dell’Arte dove Arlecchino dà bastonate a destra e a manca. In questo caso, però, non scappa alcuna risata. Lo spettacolo è grottesco in particolare considerando come oggi viviamo un momento in cui da una parte un pezzo dell’elettorato PD vorrebbe sperimentare una grande coalizione con FI, possibilmente pensionando Berlusconi una volta per tutti creando quell’esperienza liberal democratica che manca in Italia, mentre un’altra guarda alla sinistra nella speranza di creare una realtà progressista e possibilmente di impronta socialdemocratica. Da questa doppia tensione nascono i forti spasmi che contorcono il corpo democratico, e mentre si fa fronte alle convulsioni non ci sarà di certo spazio per intavolare una seria discussione sull’Italia che vorremmo. Finiremo, invece, per l’ennesima volta a dover accettare un comodo personalismo sperando in questo modo di bypassare i cortocircuiti identitari in un ennesimo azzardo elettorale.

 

12/11/2017 22:54:12
comments powered by Disqus
18.01.2018
Egidio Zacheo
1. - La ricorrenza dell' 80° anniversario della morte di Antonio Gramsci va colta come una opportunità per cercare di capire il nostro Paese, le ragioni profonde delle nostre difficoltà, dei nostri ritardi politici e civili. Conveniamo tutti sul fatto che dobbiamo ripensare la...
 
18.01.2018
Giancarlo Patrucco
Quando frequentavo le scuole elementari (tempi che furono, purtroppo), ci andavo volentieri perché il cortile di casa mia mi stava stretto. Neanche un bambino con cui giocare, mentre di faccia ce n’era una casa piena. Urla e risate si sentivano tutt’intorno, ma mia madre era inflessibile: vietato attraversare...
18.01.2018
Mauro Calise
Bisogna leggerle tre volte le proiezioni Ipsos sul Corriere. E poi una quarta. Ma, per chi si occupa di questi numeri da una vita, resta un mistero come sia stato possibile inventare - in zona Cesarini - una legge che resuscitasse il centrodestra. Mettesse con le spalle al muro il Pd. Lasciasse in pista...
 
06.01.2018
Giulio Santagata
Cos’è “Insieme”? Insieme è la lista elettorale d'ispirazione ulivista che nasce dalla messa in comune di storie e esperienze politiche consolidate – come quelle riformiste e ecologiste – con le tante realtà civiche del territorio che in questi anni in tante città hanno ridato dignità alla politica. Insieme...
04.01.2018
Michele Filippo Fontefrancesco
Nei giorni a cavallo di Natale e Capodanno, a livello regionale si è aperto un piccolo dibattito sull’emendamento correttivo del codice degli appalti rivolto al mondo delle aziende autostradali: un dibattito che guarda alle radici di quest’iniziativa parlamentare ed al rapporto tra Stato ed economia....
 
04.01.2018
Monica Frassoni
A tre mesi esatti dalle elezioni (a quanto pare fissate per inizio marzo), sarebbe bene che il mondo fuori dal Pd, politico ma anche associativo, sindacale ed economico, la pianti con tatticismi e personalismi per gettarsi nella mischia della battaglia sulle cose da fare. A inizio dicembre 2017 i coordinatori dei...
01.01.2018
Filippo Orlando
Esiste la globalizzazione? Ovvero, è questa, la globalizzazione, un processo sociale reale e caratterizzante, a partire dagli anni novanta, un salto di qualità nelle forme economiche e sociali che dominano il mondo? Su questo tema, su cui si è fatta una grande confusione terminologica sia a destra...
 
26.12.2017
Mauro Calise
Il cambiamento è stato rapidissimo. Appena due anni fa, l’Italia sembrava allineata con la tendenza delle democrazie occidentali, in cui la guida dell’esecutivo coincideva con quella del partito, e con la capacità di trainare il consenso calamitando l’attenzione dei media. Anzi. Sembrava che Renzi...
24.12.2017
Egidio Zacheo
E' comprensibile che in tempi di confusione e di evanescenza dei soggetti politici organizzati ci sia un pò di approssimazione nell'inquadrare eventi nuovi. Ma lo sforzo deve essere proprio quello di non " perdere la testa" e di cercare di mettere a fuoco gli elementi oggettivi che sono alla base delle novità. ...
 
23.12.2017
Michele Filippo Fontefrancesco
In questi giorni ci stiamo stupendo a leggere il progressivo e marcato calo di preferenze del PD. Ci meravigliamo a vedere anno dopo anno il numero degli iscritti calare in percentuali che non si possono ammantare come semplici aggiustamenti di carattere demografico. Perché questo stupore che nasce dall'interno,...
Segnali
sabato 20 gennaio 2018 con inizio ore 9.30 a Casale Monferrato in occasione del 73° anniversario dell'eccidio...
sabato 20 gennaio alle ore 17.30 in c/so Montebello n°41 a Tortona inaugurazione della sede di "Liberi...
domenica 21 dalle 9.30 al Teatro Espace di via Mantova 38 Torino si apre la campagna elettorale di...
Venerdi 26 gennaio ore 21 Palestra piazza del Municipio Castelletto d’Orba Spettacolo teatrale Ingresso...
Venerdì 2 Febbraio alle ore 17.30 presso Istituto Storico della Resistenza Via Guasco – Alessandria Roberto...
L’Ente-Parco organizza una serata “avventurosa” in compagnia di Emanuele Biggi, autore assieme a Francesco...
Forum Italiano dei Movimenti per la Terra e il Paesaggio 14/01/2018 ...
Segnaliamo un interessante articolo comparso sulla rivista online economiaepolitica http://www.economiaepolitica.it/politiche-economiche/europa-e-mondo/la-ripresa-e-lo-spettro-dellausterita-competitiva/...
il 28 gennaio alle ore 17.00. presso il "Diavolo Rosso", in piazza S. Martino 4 ad Asti, Asti incontra...
I MARCHESI DEL MONFERRATO NEL 2018 Si è appena concluso un anno particolarmente intenso di attività,...
Stephen Jay Gould Alessandro Ottaviani Scienza Ediesse 2012 Pag. 216 euro 12​ New York, 10 settembre...
C'è tempo fino al prossimo 5 febbraio per presentare domanda per un posto disponibile all'Inac della...
Dal 16 dicembre 2017 al 20 gennaio 2018 Centro Comunale di Cultura, Valenza (AL) Mostra “4 x 4: 4...
Sabato 27 gennaio 2018, alle ore 21​​presso il Teatro "SOMS" di Bistagno (AL), Corso Carlo Testa 10,va...
Finalmente è arrivato il momento della riapertura della sala cinematografica di Valenza, bomboniera di...
News dai media nazionali:
Ultime Notizie
facebook
"Citta` Futura on-line" è la testata giornalistica dell`associazione Citta` Futura registrata 
in data 20 gennaio 2012 con atto n°1 presso il Registro della Stampa del Tribunale di Alessandria.
Redazione Mobile:  +39.3351020361 (SMS e MMS)  - Email: cittafutura.al@gmail.com 

Oltre le informazioni. Opinione ed approfondimento.