Associazione Città Futura - Logo
Il futuro del centro-sinistra
Politica e antipatie personali
Nicola Parodi
Praticamente tutti i commentatori politici attribuiscono grande peso a “ antipatie, astio, odio” fra i vari leader come causa delle difficoltà al realizzarsi di un alleanza delle varie forze del centrosinistra.
Sicuramente le antipatie personali pesano ma dobbiamo considerare le reazioni di antipatia ai modi renziani solo un fatto negativo?
L’avversione alla prepotenza è una reazione emotiva, frutto di una selezione naturale durata diverse centinaia di migliaia di anni, che costituisce una delle basi su cui è costruita la morale umana.
Nel libro Storia naturale della morale umana (Raffaello Cortina Editore) Michael Tomasello ci propone una spiegazione della nascita della morale umana. Semplificando,[1] la necessità di cacciare insieme ha evolutivamente favorito gli individui che collaboravano tra di loro riconoscendo nell’altro un individuo con pari dignità con un tipo di “obbligazione” reciproca che l’autore chiama “morale della seconda persona”. Successivamente il passaggio all’economia basata sull’agricoltura le comunità cresciute di numero hanno dovuto dotarsi di una morale del “noi” cui è sottostante comunque la morale della seconda persona.
La maggioranza dei teorici che enfatizzano l'importanza nell'evoluzione umana della caccia collaborativa a grosse prede riconosce uno stadio transitorio di attacco alle carcasse degli animali. I singoli individui sarebbero stati costretti a lavorare insieme in una coalizione per cacciare via i leoni o le iene che banchettavano sulle carcasse, prima di poter essi stessi cibarsene (Bickerton, Szathmáry, 2011). Qualunque individuo che avesse poi tenuto per sé tutta la carne sarebbe stato l”obiettivo di un'altra alleanza volta a fermarlo. Boehm (2012) ha evidenziato che, in generale, quasi tutti i gruppi contemporanei di cacciatori-raccoglitori sono altamente egualitari e che gli individui eccessivamente dominanti sono rapidamente ridimensionati da coalizioni di altri individui. Evolutivamente ciò avrebbe significato che vi fosse stata una selezione sociale contro i prepotenti, contro chi teneva il cibo per sé e contro gli altri dominanti, e perciò una selezione sociale a favore degli individui che avevano una tolleranza maggiore nei confronti degli altri in situazioni di cibo condiviso[2].
Possiamo quindi ritenere non solo umanamente comprensibile, ma sacrosanta e morale, la reazione ai politici prepotenti che, in politica, non riconoscono ad altri pari dignità (es. il famoso: Fassina chi? et similia). Anzi, si potrebbe sostenere che, chi lotta contro i prepotenti fa un favore a tutta la collettività riaffermando l’importanza e la necessità di comportamenti che stanno alla base della convivenza.
Dovremmo quindi non criticare ma sostenere chi pone pregiudiziali alla presenza a capo di una coalizione del segretario del PD che, come riconoscono anche i suoi sostenitori, ha un carattere eufemisticamente definito difficile?
Sicuramente tutti i cittadini, sopratutto quelli che si definiscono di sinistra, dovrebbero impegnarsi affinché il procedimento di isolamento ed esclusione che i nostri antenati applicavano nei confronti di prepotenti e arraffoni venga adottato, oltre che nei confronti dei prepotenti, anche con chi è stato condannato in via definitiva e quindi riconosciuto colpevole di un comportamento dannoso alla comunità. Ma invece si vorrà/dovrà fare un governo insieme?
Certo pur avendo la massima considerazione per la Chiesa, il Beccaria, la Costituzione, ecc., resto convinto che io, come quasi tutti, non andrei volentieri a caccia nella savana avendo come compagni certi protagonisti della politica odierna.
Oltre che in amore ed in guerra anche in politica è tutto lecito?
Mi si dirà che la politica non ha nulla a che fare con la morale che l’importante è vincere per realizzare il proprio programma. Ma se riteniamo che il primo compito della politica debba essere il “creare istituzioni sociali per incoraggiare la cooperazione e la moralità”[3] dovremmo anche riflettere se agire negando i presupposti “morali” di razionalità cooperativa non provochi una diminuzione del “capitale sociale”[4] anziché aumentarlo. E anche farci venire il dubbio se tutto questo non ci porti ad un involuzione della società, probabilmente, iniziata nel momento in cui l’avvento dell’allevamento e dell’agricoltura ha dato inizio, si a grandi disponibilità di cibo, ma anche a disuguaglianze nella distribuzione della ricchezza mettendo in crisi il modello di cooperazione razionale tra i membri della società.[5]
É sempre necessario superare le antipatie personali per un interesse superiore della collettività?
La mediazione per evitare il peggio può avere una valenza tattica (se il gioco vale la candela) ma se diventa strategia dove ci può portare? A forza di mediare per il meno peggio ci si ritrova nel peggio e senza neanche poter rivendicare il diritto di “mugugnare”.
Partendo dalla biologia e scomodando la “selezione di gruppo” in contrapposizione al “darwinismo sociale”, essere di “sinistra” dovrebbe comportare il preferire politiche che, oltre ai diritti del singolo, diano almeno altrettanto peso all’interesse della collettività senza la quale nessun individuo ha possibilità di sopravvivere e prosperare. Le scelte che fanno prevalere gli interessi dell’individuo a danno della collettività non dovrebbero essere considerate di sinistra. Il problema è un po’ più complicato, ma se dovessimo valutare le scelte politiche con questo semplice criterio cosa hanno fatto di sinistra i nostri Governi ultimamente? Nemmeno una manutenzione degli argini per salvare la collettività dall’alluvione del liberismo selvaggio.


[1] Il libro di Tomasello merita di essere letto, per avere un idea più precisa del contenuto si legga l’intervista su Avvenire.it  https://www.avvenire.it/agora/pagine/morale-tomasello
[2] Michael Tomasello Storia naturale della morale umana (Raffaello Cortina Editore)
[3] Michael Tomasello intervista su Avvenire.it
[5] http://www.lescienze.it/news/2017/11/16/news/disuguaglianza_ricchezza_antiche_societa_gini-3754158/ 
22/11/2017 11:24:21
comments powered by Disqus
16.12.2017
Alfio Brina
Relazione al Seminario di “Città Futura” del 15 Dicembre 2017 Nel XXI secolo l’umanità ha di fronte a sé due sfide che rischiano di compromettere in maniera irreversibile la stabilità sociale ed i livelli di democrazia raggiunti attraverso secoli di storia, sono la diseguaglianza sociale e la disoccupazione tecnologica...
 
14.12.2017
Nuccio Lodato
Cari compagni e amici, ho da tempo rinunciato a proporre miei eventuali piccoli contributi "politici" personali a Città Futura perché, sia pure da lontano, mi pare di avvertirvi una tensione interna eccessiva e nervosismi controproducenti: gli stessi che stanno caratterizzando l'odierno quadro politico...
07.12.2017
Federico Quadrelli (*)
Sul concetto di “crisi”Tra i tanti concetti che vengono utilizzati nel discorso pubblico e giornalistico, quello di “crisi” è il più abusato.Parliamo di crisi quasi sempre in termini negativi e superficiali in riferimento a qualsiasi cosa dell’esistenza umana, nella sua dimensione privata tanto quanto...
 
05.12.2017
Franco Livorsi
“Crepi l’astrologo” lo dico io. Se lui, l’astrologo, dice che una grande crisi della democrazia è “in cammino”, vada in malora. Meglio che accada a lui che a “lei”. Speriamo che l’astrologo stia interpretando male i segni del tempo. Come diceva Trockij “E’ vero che la storia è maestra di vita, ma è...
03.12.2017
Giuseppe Rinaldi
1. Cominciano a uscire i sondaggi sulle intenzioni di voto che tengono conto della nuova legge elettorale (il cosiddetto rosatellum) e del nuovo disegno delle circoscrizioni. Il quadro è piuttosto preoccupante, almeno per coloro che hanno a cuore i destini del centro sinistra. Dai risultati di un recentissimo...
 
28.11.2017
Alfredo Somoza
Come quando negli Stati Uniti si aprono gli archivi di Stato perché sono passati 25 anni dai fatti, e si possono leggere documenti che chiariscono passaggi importanti del passato vicino, la pubblicazione del testamento del Venerabile Licio Gelli conferma molti fatti saputi, ma mai verificati in modo...
28.11.2017
Mauro Calise
Sembra ci sia una maledizione vichiana sulla – povera – politica italiana. Con la leadership di Renzi costretta a rincorrere – ricorsare – la parabola che fu del ventennio (pardon, venticinquennio) berlusconiano. Con una serie di scese in campo, discese ardite e – tentativi di – risalite che sono...
 
24.11.2017
Filippo Boatti
Non c’è dubbio, negli ultimi tempi ho personalmente espresso molte riserve e perplessità su un percorso politico della sinistra non lineare e troppo pasticciato, privo del polso di una vera classe dirigente e tutto giocato all'interno della tattica di Palazzo ma poco o nulla interessante per il mondo reale...
22.11.2017
Nicola Parodi
Praticamente tutti i commentatori politici attribuiscono grande peso a “ antipatie, astio, odio” fra i vari leader come causa delle difficoltà al realizzarsi di un alleanza delle varie forze del centrosinistra. Sicuramente le antipatie personali pesano ma dobbiamo considerare le reazioni di antipatia...
 
21.11.2017
Tommaso Manzillo
Il fallimento, nella tarda serata di domenica 19 novembre, nelle trattative per la formazione del nuovo governo tedesco, a causa del retromarcia dei liberali, formazione di minoranza, poco convinti dal programma di Angela Merkel, uscita come una vincitrice ridimensionata dalle ultime elezioni, forniscono...
Segnali
Lunedì 18 dicembre 2017 ore 16:45 Sinagoga di Alessandria - Via Milano 7 "Channukkàh 5778" La Festa...
martedì 19 dicembre ore 17,30 – 19,00 Associazione Cultura e Sviluppo Piazza Fabrizio De Andrè 76, Alessandria al...
mercoledì 20 dicembre a partire dalle ore 21.00 presso l’Associazione Cultura e Sviluppo di Alessandria (Piazza...
il 20 dicembre, dalle 17 alle 22 appuntamento alla Casa di Quartiere in via Verona 116Alessandria XMA...
Dal 16 dicembre 2017 al 20 gennaio 2018 Centro Comunale di Cultura, Valenza (AL) Mostra “4 x 4: 4...
sabato 2 dicembre ore 15.00 “IL MERCATINO DI TELIA” Inaugurazione del mercato di Natale dell’Associazione...
Come ogni anno, parte, da oggi, la Campagna "Arance di Natale...arance per la vita" a sostegno del Centro...
lunedì 4 dicembre alle ore 18.00 con uno spettacolo gratuito presentato da Red Ronnie in cui Enzo Iacchetti,...
Circolo del Cinema Adelio Ferrero – Alessandria NUOVA STAGIONE 2017-2018 UNO STRAORDINARIO ROAD...
Finalmente è arrivato il momento della riapertura della sala cinematografica di Valenza, bomboniera di...
Dal 15 al 19 Dicembre "La Principessa e L'Aquila"Cinema Macallè - Alessandria, Castelceriolo Tratto da...
Italia Nostra Alessandria organizza due gite nei mesi di gennaio e febbraio sabato 6 gennaio 2018, CASTELLO...
“Sei un osso duro?” La lotteria della Fondazione Uspidalet che sostiene il progetto per la dosimetria...
Anche questo anno ha preso il via il concorso di filosofia “E. Garuzzo”, proposto dall'Istituto “Saluzzo-...
Al Teatro Sociale tornano i tanto attesi appuntamenti del Sabato Pomeriggio in Famiglia quest'anno una...
News dai media nazionali:
Ultime Notizie
facebook
"Citta` Futura on-line" è la testata giornalistica dell`associazione Citta` Futura registrata 
in data 20 gennaio 2012 con atto n°1 presso il Registro della Stampa del Tribunale di Alessandria.
Redazione Mobile:  +39.3351020361 (SMS e MMS)  - Email: cittafutura.al@gmail.com 

Oltre le informazioni. Opinione ed approfondimento.