Associazione Città Futura - Logo
Il futuro del centro-sinistra
L' "Ulivo" e l'eredità di Prodi per scrivere una nuova pagina vittoriosa del centrosinistra
Giulio Santagata
 

 

 

Cos’è “Insieme”?

Insieme è la lista elettorale d'ispirazione ulivista che nasce dalla messa in comune di storie e esperienze politiche consolidate – come quelle riformiste e ecologiste – con le tante realtà civiche del territorio che in questi anni in tante città hanno ridato dignità alla politica.

Insieme è in campo fin dal primo secondo per collaborare con un'alleanza chiara e riconoscibile con il Pd ma con l'obiettivo di cambiare alcune delle politiche del centrosinistra e offrire agli italiani una proposta di Governo da parte di un centrosinistra molto più ampio e coeso di quanto non sia oggi.

Insieme, infatti, si rifà ai valori di unità e condivisione che hanno contraddistinto già due volte, nel 1996 e nel 2006 con Romano Prodi, una bella pagina vittoriosa del centrosinistra e dei suoi elettori. Insieme, quindi, si appoggia su radici molto solide e vitali, porta in dote un patrimonio di credibilità indiscussa ed ha molto da proporre agli italiani che si collocano idealmente nel centrosinistra ma sono delusi o perplessi.

La lista Insieme è consapevole di non poter rappresentare da sola quella storia, ma l'ispirazione ulivista è per chi la condivide un modo ancora attuale d'interpretare la politica, dove rancori, particolarismi e personalismi lasciano il posto a un obiettivo comune: quello di sconfiggere il populismo e la destra per costruire una società più equa e inclusiva.

La proposta di “Insieme” per la crescita dell’Italia

Al cuore della proposta c'è l'agenda della crescita economica, che deve essere pensata in un'ottica di governo strategico e non costantemente emergenziale, con una visione seria e responsabile di medio e lungo periodo.

Partiamo da una visione e da valori, che abbiamo trasformato in una proposta concreta. Ci muoviamo nel solco di quanto in Europa si sta già facendo per imprimere alla crescita il segno dell'equità sociale all'interno di un'economia competitiva ma regolata.

Nella nostra bella Costituzione c'è scritto che l'Italia è una Repubblica fondata sul lavoro. In una prospettiva che possa trovare un'ampia convergenza all'interno delle culture politiche riformiste e ambientaliste del centrosinistra, Insieme si augura che si possa inserire in Costituzione anche il principio che l'Italia – al pari di quanto hanno già deciso di fare Francia e Germania a esempio - sia una Repubblica fondata anche sulla "crescita sostenibile dell'economia e della società".

Essere sostenibili non significa solo non andare troppo veloci; vuol dire anche non andare troppo piano e non fare restare indietro l'economia italiana. E vuol dire anche fare scelte che consentono di creare valore duraturo nel tempo immaginando uno sviluppo che, anziché distruggere le risorse di cui si alimenta, ne crea in continuazione di nuove.

Chi supporta Insieme pensa sia arrivato il momento di alzare il tiro e provare a volare alto, nella dimensione dei valori che devono guidare la nostra società nel futuro tecnologico e globalizzato del pianeta. Uno di questi valori oggi quasi universalmente riconosciuto è la sostenibilità.

Ma se lo facciamo, poi dobbiamo declinare questa visione e questo obiettivo e calarlo nell'impianto legislativo e nell'operare del governo.

Molte grandi imprese in Italia e nel mondo hanno sentito da tempo il bisogno, pur in assenza di obblighi di legge, di mettere la sostenibilità in cima ai propri valori e di rendicontare i propri azionisti e stakeholder sui risultati conseguiti ogni anno in questo campo. Non sono solo strizzate d'occhio a un pubblico fatto di consumatori attenti e responsabili e con un anima sempre più ambientalista. È, piuttosto, il riconoscimento del valore economico della sostenibilità, il solo approccio che consente di creare valore duraturo nel tempo.

La stessa scelta l'hanno fatta con modalità diverse i nostri principali partner europei, Francia e Germania, facendo della sostenibilità non solo un valore fondante, ma anche un punto programmatico centrale di lungo periodo dell'azione di governo.

La sostenibilità richiama immediatamente il tema dell'ambiente, del contrasto al cambiamento climatico, di una crescita economica che crei più benessere di quanto non bruci risorse. A molti la parola sostenibilità può evocare il pericolo di un freno alla crescita, di nuovi lacci e lacciuoli che imbriglino il mercato e la competizione. Insieme non crede che sia così, infatti pensiamo che la sostenibilità debba essere sia sociale che ambientale.

Per questo Insieme vuole sostanziare l'impegno per la "Sostenibilità in Costituzione" con una serie di iniziative e proposte concrete che saranno al centro della sua attività parlamentare. Per parlare alle imprese, ai consumatori e a quei milioni di ragazzi e ragazze che stanno immaginando oggi quale sarà il loro lavoro.

Siamo un piccolo paese in un mondo dominato da grandi numeri. Il contributo che possiamo dare alla sostenibilità planetaria in termini quantitativi è molto limitato. Ma quello che possiamo dare in termini qualitativi è molto elevato. L'Italia resta un grande paese produttivo con grandi risorse tecnologiche e di innovazione. La nostra creatività e la nostra qualità fanno scuola e tendenza in molti campi. Un'Italia campione anche nella sostenibilità può ispirare e fare scuola, in Europa e nel mondo.

·          

·         Giulio Santagata  (*) – Prima pubblicazione: “Huffington post” 05.01.2018 .    L'articolo è stato  segnalato dal civis Pier Luigi Cavalchini

06/01/2018 20:18:19
comments powered by Disqus
06.01.2018
Giulio Santagata
Cos’è “Insieme”? Insieme è la lista elettorale d'ispirazione ulivista che nasce dalla messa in comune di storie e esperienze politiche consolidate – come quelle riformiste e ecologiste – con le tante realtà civiche del territorio che in questi anni in tante città hanno ridato dignità alla politica. Insieme...
 
04.01.2018
Michele Filippo Fontefrancesco
Nei giorni a cavallo di Natale e Capodanno, a livello regionale si è aperto un piccolo dibattito sull’emendamento correttivo del codice degli appalti rivolto al mondo delle aziende autostradali: un dibattito che guarda alle radici di quest’iniziativa parlamentare ed al rapporto tra Stato ed economia....
04.01.2018
Monica Frassoni
A tre mesi esatti dalle elezioni (a quanto pare fissate per inizio marzo), sarebbe bene che il mondo fuori dal Pd, politico ma anche associativo, sindacale ed economico, la pianti con tatticismi e personalismi per gettarsi nella mischia della battaglia sulle cose da fare. A inizio dicembre 2017 i coordinatori dei...
 
01.01.2018
Filippo Orlando
Esiste la globalizzazione? Ovvero, è questa, la globalizzazione, un processo sociale reale e caratterizzante, a partire dagli anni novanta, un salto di qualità nelle forme economiche e sociali che dominano il mondo? Su questo tema, su cui si è fatta una grande confusione terminologica sia a destra...
26.12.2017
Mauro Calise
Il cambiamento è stato rapidissimo. Appena due anni fa, l’Italia sembrava allineata con la tendenza delle democrazie occidentali, in cui la guida dell’esecutivo coincideva con quella del partito, e con la capacità di trainare il consenso calamitando l’attenzione dei media. Anzi. Sembrava che Renzi...
 
24.12.2017
Egidio Zacheo
E' comprensibile che in tempi di confusione e di evanescenza dei soggetti politici organizzati ci sia un pò di approssimazione nell'inquadrare eventi nuovi. Ma lo sforzo deve essere proprio quello di non " perdere la testa" e di cercare di mettere a fuoco gli elementi oggettivi che sono alla base delle novità. ...
23.12.2017
Michele Filippo Fontefrancesco
In questi giorni ci stiamo stupendo a leggere il progressivo e marcato calo di preferenze del PD. Ci meravigliamo a vedere anno dopo anno il numero degli iscritti calare in percentuali che non si possono ammantare come semplici aggiustamenti di carattere demografico. Perché questo stupore che nasce dall'interno,...
 
23.12.2017
Franco Livorsi
Nox. Un nostro comune amico giorni fa, su queste stesse colonne, notava, in “Città Futura”, “una tensione interna eccessiva e nervosismi controproducenti”, “con qualche particolare accentuazione nel Partito Democratico”. Va però notato che questa difficoltà d’intendersi non ha nulla a che fare...
16.12.2017
Alfio Brina
Relazione al Seminario di “Città Futura” del 15 Dicembre 2017 Nel XXI secolo l’umanità ha di fronte a sé due sfide che rischiano di compromettere in maniera irreversibile la stabilità sociale ed i livelli di democrazia raggiunti attraverso secoli di storia, sono la diseguaglianza sociale e la disoccupazione tecnologica...
 
14.12.2017
Nuccio Lodato
Cari compagni e amici, ho da tempo rinunciato a proporre miei eventuali piccoli contributi "politici" personali a Città Futura perché, sia pure da lontano, mi pare di avvertirvi una tensione interna eccessiva e nervosismi controproducenti: gli stessi che stanno caratterizzando l'odierno quadro politico...
Segnali
sabato 20 gennaio 2018 con inizio ore 9.30 a Casale Monferrato in occasione del 73° anniversario dell'eccidio...
Giovedì 18 ore 19.00 presso Associazione Cultura e Sviluppo Piazza Fabrizio De Andrè 76, Alessandria Potevano...
sabato 20 gennaio alle ore 17.30 in c/so Montebello n°41 a Tortona inaugurazione della sede di "Liberi...
da venerdì 21 dicembre alle ore 18 (inaugurazione) e fino al 30 gennaio 2018 presso i locali della Biblioteca...
domenica 21 dalle 9.30 al Teatro Espace di via Mantova 38 Torino si apre la campagna elettorale di...
Dal 16 dicembre 2017 al 20 gennaio 2018 Centro Comunale di Cultura, Valenza (AL) Mostra “4 x 4: 4...
Martedì 16 gennaio 2018 ore 18,15. al MOSCARDO, via Volturno 20, Alessandria . Presentazione del libro...
Italia Nostra Alessandria organizza due gite nei mesi di gennaio e febbraio sabato 6 gennaio 2018, CASTELLO...
Circolo del Cinema Adelio Ferrero – Alessandria STAGIONE 2017-2018 IN PRIMA USCITA NAZIONALE L’ATTESISSIMO...
Forum Italiano dei Movimenti per la Terra e il Paesaggio 14/01/2018 ...
Segnaliamo un interessante articolo comparso sulla rivista online economiaepolitica http://www.economiaepolitica.it/politiche-economiche/europa-e-mondo/la-ripresa-e-lo-spettro-dellausterita-competitiva/...
il 28 gennaio alle ore 17.00. presso il "Diavolo Rosso", in piazza S. Martino 4 ad Asti, Asti incontra...
I MARCHESI DEL MONFERRATO NEL 2018 Si è appena concluso un anno particolarmente intenso di attività,...
Stephen Jay Gould Alessandro Ottaviani Scienza Ediesse 2012 Pag. 216 euro 12​ New York, 10 settembre...
C'è tempo fino al prossimo 5 febbraio per presentare domanda per un posto disponibile all'Inac della...
News dai media nazionali:
Ultime Notizie
facebook
"Citta` Futura on-line" è la testata giornalistica dell`associazione Citta` Futura registrata 
in data 20 gennaio 2012 con atto n°1 presso il Registro della Stampa del Tribunale di Alessandria.
Redazione Mobile:  +39.3351020361 (SMS e MMS)  - Email: cittafutura.al@gmail.com 

Oltre le informazioni. Opinione ed approfondimento.