Associazione Città Futura - Logo
Il futuro del centro-sinistra
Dare i numeri
Giancarlo Patrucco
 Quando frequentavo le scuole elementari (tempi che furono, purtroppo), ci andavo volentieri perché il cortile di casa mia mi stava stretto. Neanche un bambino con cui giocare, mentre di faccia ce n’era una casa piena. Urla e risate si sentivano tutt’intorno, ma mia madre era inflessibile: vietato attraversare la strada.
In quella casa abitava il mio compagno di scuola, Enrico. Sua mamma e suo papà lavoravano le pelli in un magazzino d’angolo e non avevano molto tempo per badare ai suoi compiti. Così, Enrico li faceva a casa, al primo piano, controllato dalla nonna, una vecchietta arzilla che aveva il suo daffare.
Il problema principale di Enrico erano le tabelline, per le quali le si rivolgeva spesso. Lo sentivo fin dal mio cortile mentre strepitava: - Nonna, nonna, quanto fa 7 x 7? 49? – E lei rispondeva: - Po’ desi. Ma tei bita sinquonta. L’è semper mei ien d’pù che ien d’menu.
Io sorridevo e scrollavo le spalle perché per me i numeri, fossero moltiplicazioni o divisioni, addizioni o sottrazioni, problemi o tabelline, avrebbero dato risultati sempre uguali per tutti, dalla maestra fino all’ultimo degli scolari, dai grandi ai piccini. 
Non avrei mai immaginato, allora, che la nonna di Enrico fosse l’antesignana di un vasto movimento pubblico che da qualche tempo in qua sta dilagando per tutto il Paese, trainato da politici, giornalisti, cronisti, commentatori, ma anche accostato da sindacalisti, amministratori e finanzieri.
Non che i numeri fossero intangibili pure prima. Basti pensare al banale espediente di mettere un piede sul carro quando stava sulla pesa dopo il raccolto. Ma erano piccole cose, fatte per tirare a fine mese, diremmo noi.  Niente a che vedere con i trucchetti di adesso, che godono di spazi, mezzi tecnologici, tabelle e slides.
La campagna elettorale in corso ce ne offre un ampio spaccato, che attraversa tutti gli schieramenti, tutti i telegiornali e tutti i talk show. A qualunque ora del giorno (e probabilmente della notte), c’è sempre qualcuno che promette al già esausto pubblico di dargli di più.
Vediamo le offerte principali.
In testa a tutti, meritatamente, sta Salvini il quale promette (nientemeno) di portar via l’Italia dall’euro e di eliminare del tutto la legge Fornero che ha posto le basi dell’attuale assetto pensionistico. Una robetta, quest’ultima, che potrebbe costarci qualcosa come 200 miliardi di euro, senza contare il danno dell’uscita dalla moneta europea. In aggiunta, un abbattimento delle aliquote di tassazione che farebbe naturalmente la gioia di chi paga di più. Chi evade, intanto, se ne frega.
Segue a ruota l’immarcescibile Berlusconi, che promette oggi, aumenta domani ed è già pronto a salire dopodomani. Anche lui è per l’abbattimento delle aliquote di tassazione e, poiché deve fare concorrenza a Salvini, se quello dice 25%, lui dice 15%. Suvvia, Berlusconi è in campo da vent’anni. Significherà pure qualcosa, no?
Al terzo posto metterei il Movimento 5 Stelle. Per dire la verità, non ho capito molto di quel che va dicendo Di Maio, ma credo di aver compreso che anche lui vuole “superare” la legge Fornero. In più ci aggiunge il cosiddetto reddito di cittadinanza, cioè la corresponsione di un assegno da 780 euro al mese a chi non ha reddito. A quest’ultima trovata risponde subito Berlusconi con un reddito di “dignità” da 1000 euro al mese, aggiungendo qualcosina per chi tiene animali domestici. Si sa, il cavaliere è molto amante degli animali. I maligni dicono che è così da quando fra le liste che concorrono alla sua coalizione ce n’è una animalista.
Alla fine dell’elenco, non posso ignorare la recente proposta di Grasso, leader di Liberi e Uniti, il quale vuole togliere le tasse universitarie. Ai capaci e meritevoli? Beh, sarebbe giusto. I capaci e meritevoli sono solo l’8% degli studenti. Si potrebbe aumentare l’attuale tetto di reddito e aiutarne molti altri. Ma Grasso non si accontenta. No, lui mira a tutti. Il 100%, compresi i figli di papà.
L’unico che mi sembra fare un ragionamento sensato, sulle nostre condizioni finanziarie e su quel che ci attende in futuro se non ci staremo attenti, mi pare il PD. Per questo ho deciso di votarlo.
Ma già l’ho detto una volta. Non ci insisterò più.
18/01/2018 17:39:28
comments powered by Disqus
16.02.2018
Agostino Spataro
di Agostino Spataro *… In Europa la sinistra, storicamente forte soprattutto in Italia, Francia e Spagna, è crollata insieme al “muro” per implosione o perché fagocitata dal canto delle sirene del neoliberismo asociale e corruttore.La liquidazione dei partiti di massa sia d’ispirazione marxista ma anche...
 
13.02.2018
Mauro Calise
Prima o poi, questo nodo verrà al pettine. Magari i Cinquestelle riusciranno a conservare – a questo turno - il serbatoio di consensi accumulato a dispetto della pattuglia improbabile di candidati presentati. Forse per qualche mese reggerà il clamoroso voltafaccia con cui Di Maio ha sconfessato otto...
26.01.2018
Marco Revelli
Povertà globale. Il Rapporto Oxfam fotografa non solo le vette, straordinarie nel 2017, della ricchezza ma guarda il mondo anche dalle profondità globali degli abissi sociali L’ultimo rapporto Oxfam sullo stato sociale del pianeta è piombato come un pugno sul tavolo dei signori di Davos. Dice che l’1%...
 
18.01.2018
Egidio Zacheo
1. - La ricorrenza dell' 80° anniversario della morte di Antonio Gramsci va colta come una opportunità per cercare di capire il nostro Paese, le ragioni profonde delle nostre difficoltà, dei nostri ritardi politici e civili. Conveniamo tutti sul fatto che dobbiamo ripensare la...
18.01.2018
Giancarlo Patrucco
Quando frequentavo le scuole elementari (tempi che furono, purtroppo), ci andavo volentieri perché il cortile di casa mia mi stava stretto. Neanche un bambino con cui giocare, mentre di faccia ce n’era una casa piena. Urla e risate si sentivano tutt’intorno, ma mia madre era inflessibile: vietato attraversare...
 
18.01.2018
Mauro Calise
Bisogna leggerle tre volte le proiezioni Ipsos sul Corriere. E poi una quarta. Ma, per chi si occupa di questi numeri da una vita, resta un mistero come sia stato possibile inventare - in zona Cesarini - una legge che resuscitasse il centrodestra. Mettesse con le spalle al muro il Pd. Lasciasse in pista...
06.01.2018
Giulio Santagata
Cos’è “Insieme”? Insieme è la lista elettorale d'ispirazione ulivista che nasce dalla messa in comune di storie e esperienze politiche consolidate – come quelle riformiste e ecologiste – con le tante realtà civiche del territorio che in questi anni in tante città hanno ridato dignità alla politica. Insieme...
 
04.01.2018
Michele Filippo Fontefrancesco
Nei giorni a cavallo di Natale e Capodanno, a livello regionale si è aperto un piccolo dibattito sull’emendamento correttivo del codice degli appalti rivolto al mondo delle aziende autostradali: un dibattito che guarda alle radici di quest’iniziativa parlamentare ed al rapporto tra Stato ed economia....
04.01.2018
Monica Frassoni
A tre mesi esatti dalle elezioni (a quanto pare fissate per inizio marzo), sarebbe bene che il mondo fuori dal Pd, politico ma anche associativo, sindacale ed economico, la pianti con tatticismi e personalismi per gettarsi nella mischia della battaglia sulle cose da fare. A inizio dicembre 2017 i coordinatori dei...
 
01.01.2018
Filippo Orlando
Esiste la globalizzazione? Ovvero, è questa, la globalizzazione, un processo sociale reale e caratterizzante, a partire dagli anni novanta, un salto di qualità nelle forme economiche e sociali che dominano il mondo? Su questo tema, su cui si è fatta una grande confusione terminologica sia a destra...
Segnali
Per le/gli iscritte/i e le/i simpatizzanti dell'Associazione "Città Futura"La riunione del Comitato di...
Le 23 organizzazioni promotrici dell’appello “Mai più fascismi” hanno indetto la manifestazione nazionale...
lunedì 26 febbraio ore 17,30 – 19,00 presso Associazione Cultura e Sviluppo piazza Fabrizio De André,...
22 febbraio a partire dalle ore 21 presso la Taglieria del pelo (via Wagner, 38) ad Alessandria. serata...
Martedì 27 febbraio 2018 alle ore 17.30 Palazzo Comunale – Sala Consiglio, Alessandria, Piazza Libertà...
SETTIMANA DAL 20 al 27 febbraioMercoledì 21 febbraio ore 17.30ALESSANDRIA Casa di quartiere via Verona...
Sabato 24 febbraio alle 17.00 alla Taglieria del Pelo di Alessandria, si terrà l'assemblea pubblica convocata...
Venerdì 23 febbraio 2018, ore 21.00 Presso l’Associazione Culturale Sin.tonia Piazza D’Annunzio 1 Alessandria incontro...
La precarietà non è solo più una condizione lavorativa, ma si è trasformata nel presente in cui viviamo;...
Venerdì 23 Febbraio alle ore 19,presso l'Isola ritrovata via Santa Maria di Castello aperitivo conviviale...
sabato 17 marzo 2018 Italia Nostra Sezione Alessandria organizza gita a Milano, per la visita alla...
Nell’ambito della “Calende e non solo... in musica - Rassegna concertistica internazionale per Chitarra...
L’Associazione BlogAL con il contributo della Fondazione SociAL, in collaborazione con La Compagnia Gli...
Il due volte Premio Oscar ”Manchester by the sea” mercoledì 21 ...
Programma Proiezioni Dal 23 al 27 Cinema Macallè - Alessandria, Castelceriolo Martedì 20 Febbraio...
News dai media nazionali:
Ultime Notizie
facebook
"Citta` Futura on-line" è la testata giornalistica dell`associazione Citta` Futura registrata 
in data 20 gennaio 2012 con atto n°1 presso il Registro della Stampa del Tribunale di Alessandria.
Redazione Mobile:  +39.3351020361 (SMS e MMS)  - Email: cittafutura.al@gmail.com 

Oltre le informazioni. Opinione ed approfondimento.