Associazione Città Futura - Logo
Comunicati
Assemblea lista unitaria “UNA NUOVA PROPOSTA”
redazione

Riceviamo e volentieri pubblichiamo l'intervento di Renzo Penna all'assemblea della lista unitaria "una Nuova Proposta" che si è tenuta al Cinema Ambra domenica 26 c.m. 

Intervento di Renzo PENNA
 
La costruzione della “Lista unitaria” in Alessandria l’abbiamo sperimentata sui banchi del Consiglio Comunale tra le/i compagne/i di SEL-Sinistra Italiana e Mdp-Articolo1.
 
Trasferita l’esperienza in “Sinistra per Alessandria”, avremmo, certo, sperato in un risultato diverso, soprattutto, della coalizione, ma va sottolineata la positività del “rapporto umano” che si è determinato tra le/i compagne/i, sia durante la campagna elettorale che dopo le elezioni. Un valore, specie in una fase dove, nei rapporti politici e tra le persone, vanno per la maggiore i toni volgari, le paure, il dileggio, gli insulti.
 
Alla luce di questa nostra esperienza possiamo dire che si sarebbe potuto arrivare prima alla definizione della “Lista” e non a ridosso e sulla spinta dell’appuntamento elettorale delle elezioni politiche.
 
Una costruzione che adesso dovrà essere realizzata con cura, non in maniera affrettata, sapendo che le prossime elezioni rappresentano una tappa e non il “fine” lungo il percorso che deve portare al nuovo “soggetto” politico della sinistra. Evitando di ripetere errori. Per risultare credibili bisognerà affermarlo e impegnarsi oggi e, in particolare, nell’assemblea nazionale del 3 dicembre.
 
Non sarà un impegno facile e di breve periodo perché la crisi della sinistra, italiana ed europea, ha ragioni profonde e, qui da noi, non si può limitare alla denuncia dei comportamenti e della pochezza politica di Matteo Renzi. Un punto sul quale occorre essere chiari.
 
Le ragioni della crisi erano già presenti nei Democratici di Sinistra e si sono trasferite, aggravandosi, nel Partito Democratico: un partito nato senza storia e senza memoria, il compromesso non “storico”, ma la somma di due debolezze.       
 
Derivano dall’accettazione acritica delle teorie neoliberiste – quelle ritenute “classiche” e tutt’ora insegnate nella maggioranza delle Università italiane – una subalternità culturale che ha finito per mutuare le idee e i modelli ed è alla base della crisi dei Partiti socialisti in Europa.
 
Una debolezza che il professor Luciano Gallino ha a lungo indagato e che individua le cause della sconfitta dell’eguaglianza (crescita della povertà e concentrazione in pochissime mani della ricchezza mondiale) nella doppia crisi del Capitalismo finanziario e del Sistema Ecologico, fra loro strettamente collegati.
 
Il maggiore limite culturale si è avuto quando la sinistra in Europa ha accettato l’idea che i sistemi di welfare sarebbero stati responsabili nel limitare la crescita e lo sviluppo economico, mentre è provato che, al contrario, sono fondamentali per la sostenibilità e la tenuta democratica dei Paesi.
 
Aver accettato l’inevitabilità delle conseguenze della liberalizzazione dei mercati e la globalizzazione sullo “stato sociale”, sui diritti, le condizioni nel lavoro e le retribuzioni, ha avvalorato la teoria del “TINA” (There is no alternative), “Non ci sono alternative”, fatta proprio da Margaret Thatcher. Il frutto di accordi internazionali – il GATT prima e il WTO negli anni ’90 – indifferenti alla disoccupazione, alla protezione sociale dei lavoratori e alle tutele ambientali.
 
Il risultato di una decisione della Finanza Internazionale – potremmo dire di una”Classe” – che sul finire degli anni ’70 ha deciso di mettere in discussione l’idea e le politiche indirizzate all’eguaglianza e si è rivolta contro chi lavora e la classe media. E, in tema di ambiente, ha ostacolato gli accordi e gli interventi volti a tutelare il pianeta, prima che sia troppo tardi e teorizzato una crescita senza limiti e uno sfruttamento illimitato delle risorse. Negli USA Tramp interpreta oggi questa posizione.
 
Le ricadute di queste politiche le abbiamo riscontrate negli anni anche da noi. Due esempi:
I) a 23 anni dall’alluvione del ’94 le opere fondamentali per la messa in sicurezza del nodo idraulico di Alessandria – le casse di laminazione a monte per ridurre la portata delle piene – non si sono ancora realizzate, mentre sono stati abbattuti e ricostruiti tutti i ponti sul Tanaro;
II) nessuno ha ormai il coraggio di affermare l’utilità del 3° Valico, ma continuano ad essere spese in questa “grande opera” cifre enormi, mentre mancano agli enti locali le risorse per la manutenzione e la sicurezza del territorio.
 
Per supportare le decisioni e gli atti della Finanza Internazionale è stata inventata la teoria del cosiddetto “sgocciolamento”, la “Trick–down–theory”. Per la quale le fasce deboli della popolazione beneficerebbero dell’aumento della ricchezza delle fasce più ricche, per caduta, sgocciolamento, appunto, dall’alto verso il basso.
Da questa teoria nasce anche la contrarietà alla progressività del sistema fiscale. Nelle prossime elezioni sarà riproposto dalla destra lo slogan “Meno tasse per tutti” e la “Flat–tax” dalla Lega di Salvini con una aliquota bassa (15%) uguale per tutti, che favorisce i patrimoni e le grandi ricchezze. Ma anche le continue profferte di Renzi di “tagliare le tasse” si muovono in questa stessa direzione, hanno la stessa logica.
 
La traduzione in Europa delle teorie neoliberiste si è applicata attraverso le “politiche del Rigore”: tagli all’istruzione, all’Università, pensioni, sanità, diritti e tutele del lavoro. Il tutto giustificato dal fatto che saremmo “vissuti al di sopra delle nostre possibilità” e la costruzione della “contrapposizione” dei giovani (lavori precari, sottopagati e, in prospettiva, una bassa pensione) con gli anziani (l’attualità della vertenza sindacato-governo e la decisione della CGIL di rompere e manifestare il 2 dicembre).
Quasi che le condizioni dei lavoratori Amazon di Piacenza, che hanno scioperato per conquistare migliori condizioni di lavoro e di salario mentre la multinazionale li incentiva a licenziarsi dopo 5 anni perché ormai non più in grado di reggere ritmi e orari di lavoro, dipendesse dagli anziani. Così come per le ragazze e i ragazzi dei negozi dell’Outlet di Serravalle che non possono sedersi durante l’orario di lavoro o utilizzare i parcheggi.
A proposito della diffusione del lavoro precario sia dipendente che da false partite IVA segnalo il bel libro di Marta Fana: “Non è lavoro è sfruttamento”.
 
Tipica di questa accettazione è la concezione riduttiva dello Stato sociale, non di Renzi, ma di Walter Veltroni e la sua adesione a proposte come il “Welfare mix” o il “Welfare community”. L’economista Paolo Leon in polemica con questo indirizzo definì l’adesione: “Una manifestazione della concezione piccolo borghese dei diritti che pensa di sostituire lo Stato (quando questo non è più in grado di sostenere la spesa sociale) con il volontariato.” Il volontariato è una istituzione importantissima, ma non è sostitutivo del welfare, non crea diritti, ma dipendenza. Il welfare state (l’universalità di sanità, scuola, pensioni) è un diritto permanente (per il nostro Paese costituzionale), non una concessione.
 
Concezione di cui la maggiore responsabile è da addebitare alla cosiddetta “Terza via” che Giorgio Ruffolo ha definito un’area di “riformismo non alternativo, ma complementare al capitalismo”. Teoria condivisa in Inghilterra da Tony Blair e seguita dal cancelliere socialdemocratico Gerhard Schroder, il quale, con l’approvazione delle leggi contenute nell’”Agenda”, ha applicato il concetto che i costi dello stato sociale e i sostegni alla disoccupazione sono un ostacolo alla crescita economica della Germania. Decisione che ha determinato la spaccatura dell’SPD e avviato la crisi del partito. In Germania, e questo non è molto noto, milioni di lavoratori sono poveri e per vivere devono sommare più lavoretti part-time (i “mini job”). Non tutti i dipendenti, quindi, possono contare sui  salari della Wolkswagen e alle ultime elezioni una parte degli elettori della SPD e, persino, della Linke ha votato il partito filo nazista.
 
Matteo Renzi ha portato questi limiti, già presenti nella politica del PD, alle conseguenze estreme: democrazia plebiscitaria/ uomo solo al comando/ bipartitismo/ ruolo dell’Esecutivo contrapposto al Parlamento. Posizioni travolte dal risultato del referendum del 4 dicembre 2016.
Il resto: l’insofferenza verso le organizzazioni intermedie; l’attacco al sindacato e, in particolare, alla CGIL; l’abolizione dell’Articolo 18 dello Statuto dei Lavoratori che, ricordo, significa la libertà di licenziare “senza una giusta causa e un giustificato motivo”; l’approvazione dei licenziamenti collettivi, nonostante il parere contrario della Commissione lavoro della Camera (presidente Cesare Damiano); ha assunto il significato di rendere ancora più esplicita la concezione liberista già presente nel discorso di Veltroni al Lingotto (2007) dove, non a caso, c’erano gli autori del Job Act: i senatori Pietro Ichino e Maurizio Sacconi.  
 
Quindi occorre una sinistra riformatrice che ambisca a cambiare la società, a renderla più giusta, una sinistra capace di inverare i grandi valori di libertà ed eguaglianza. La dicitura “sinistra di governo” sta diventando usurata e si presta a troppe interpretazioni.
Gli esempi non mancano, in Inghilterra Corbyn che “la Repubblica” sino ad un anno fa dileggiava, ci sta provando e viene considerato pronto per il governo, Sanders negli Usa avrebbe, probabilmente, avuto più possibilità di successo della Clinton nella corsa alla Casa Bianca.
Si deve adesso lavorare non alla sommatoria delle liste, ma all’identità e ai contenuti programmatici, favorendo la partecipazione, il protagonismo e l’incontro con le situazioni di disagio, di sofferenza, per recuperare credibilità e promuovere con generosità, nell’azione di tutti i giorni, la formazione di una nuova classe dirigente.
Non sarà facile, ma, con convinzione, ci dobbiamo provare. 
29/11/2017 10:32:32
comments powered by Disqus
29.12.2017
redazione
Riceviamo e volentieri pubblichiamo il comunicato stampa della FIOM CGIL di AlessandriaCOMUNICATO STAMPA FIOM CGIL ALESSANDRIA ​“NON E’ TUTTO ORO QUEL CHE LUCCICA!”Diventerà lo stabilimento più grande della provincia di Alessandria nel settore metalmeccanico e punta a diventare la più grande manifattura...
 
23.12.2017
redazione
La Camera del Lavoro di Alessandria con le lavoratrici e i lavoratori della Borsalino vive con preoccupazione il fallimento sentenziato dal Tribunale di Alessandria. Accogliamo come elemento positivo e necessario la prosecuzione dell’affitto di ramo d’azienda che permette la continuità dell’attività produttiva...
29.11.2017
redazione
Riceviamo e volentieri pubblichiamo l'intervento di Renzo Penna all'assemblea della lista unitaria "una Nuova Proposta" che si è tenuta al Cinema Ambra domenica 26 c.m. Intervento di Renzo PENNA La costruzione della “Lista unitaria” in Alessandria l’abbiamo sperimentata sui banchi del Consiglio Comunale...
 
28.11.2017
redazione
Riceviamo e volentieri pubblichiamo il comunicato sindacale relativo allo sciopero con manifestazione e presidio davanti alla stazione di Casale M ​ SONO PROCLAMATE PER IL GIORNO30 NOVEMBRE 20178 ore di SCIOPERO DEI LAVORATORI DELLE AZIENDE DI COSTRUZIONE E PROGETTAZIONE DELLE CONCESSIONARIE AUTOSTRADALIDopo...
24.11.2017
redazione
Siamo lieti di pubblicare il comunicato della CGIL Camera del lavoro di Alessandria relativo alla giornata internazionale contro la violenza sulle donne.LA CGIL CAMERA DEL LAVORO DI ALESSANDRIA CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE“Avete tolto senso alle parole”L'hashtag scelto è #NonSoloOggi, per una dare...
 
16.11.2017
redazione
Sono proclamate per il giorno 16 novembre 20178 ore di SCIOPERO dei lavoratori delle aziende di costruzione e progettazione delle concessionarie autostradali Ancora una volta il Governo, si rimangia gli accordi siglati con le Organizzazioni Sindacali. Come al solito ci rimettono sempre i lavoratori Prendiamo...
10.11.2017
redazione
Riceviamo e volentieri pubblichiamo il comunicato stampa di SEL-Sinistra ItalianaL'ASL 20 DI ALESSANDRIA RIDUCENDO IL PERSONALE E I SERVIZI DEL PRESIDIO SANITARIO DEL QUARTIERE ‘CRISTO’ PENALIZZA LA PREVENZIONE DELLA SALUTE DEI CITTADINI SUL TERRITORIO E RISCHIA DI PORTARE LA STRUTTURA ALLA CHIUSURA. ...
 
26.10.2017
redazione
Riceviamo dalla FILT CGIL e volentieri pubblichiamo il seguenteCOMUNICATO STAMPA 27-30-31 Ottobre 2017 SCIOPERO NAZIONALE PER IL RINNOVO DEL CCNL LOGISTICA TRASPORTO MERCI E SPEDIZIONI Per difendere il futuro del CCNL unico di settore Perché Confetra-Fedit-Anita-Fai-Centrali Cooperative vogliono...
23.10.2017
redazione
Riceviamo e volentieri pubblichiamo il comunicato stampa delle organizzazioni sindacali di Fim Fiom Uilm COMUNICATO STAMPA Le organizzazioni sindacali di Fim Fiom Uilm, le Rsu e i lavoratori dell’ILVA Spa in A.S. vogliono con il presente comunicato stampa ringraziare tutti i lavoratori e i delegati...
 
21.10.2017
Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa del partito Rifondazione Comunista sul DEF "Scelte che alimentano solo disuguaglianze e ingiustizie”. “Il governo continua con la stessa politica che ha portato avanti in questi anni e che diversamente dalla propria storytelling ha raccolto risultati...
Segnali
sabato 20 gennaio 2018 con inizio ore 9.30 a Casale Monferrato in occasione del 73° anniversario dell'eccidio...
Giovedì 18 ore 19.00 presso Associazione Cultura e Sviluppo Piazza Fabrizio De Andrè 76, Alessandria Potevano...
sabato 20 gennaio alle ore 17.30 in c/so Montebello n°41 a Tortona inaugurazione della sede di "Liberi...
da venerdì 21 dicembre alle ore 18 (inaugurazione) e fino al 30 gennaio 2018 presso i locali della Biblioteca...
domenica 21 dalle 9.30 al Teatro Espace di via Mantova 38 Torino si apre la campagna elettorale di...
Dal 16 dicembre 2017 al 20 gennaio 2018 Centro Comunale di Cultura, Valenza (AL) Mostra “4 x 4: 4...
Martedì 16 gennaio 2018 ore 18,15. al MOSCARDO, via Volturno 20, Alessandria . Presentazione del libro...
Italia Nostra Alessandria organizza due gite nei mesi di gennaio e febbraio sabato 6 gennaio 2018, CASTELLO...
Circolo del Cinema Adelio Ferrero – Alessandria STAGIONE 2017-2018 IN PRIMA USCITA NAZIONALE L’ATTESISSIMO...
Forum Italiano dei Movimenti per la Terra e il Paesaggio 14/01/2018 ...
Segnaliamo un interessante articolo comparso sulla rivista online economiaepolitica http://www.economiaepolitica.it/politiche-economiche/europa-e-mondo/la-ripresa-e-lo-spettro-dellausterita-competitiva/...
il 28 gennaio alle ore 17.00. presso il "Diavolo Rosso", in piazza S. Martino 4 ad Asti, Asti incontra...
I MARCHESI DEL MONFERRATO NEL 2018 Si è appena concluso un anno particolarmente intenso di attività,...
Stephen Jay Gould Alessandro Ottaviani Scienza Ediesse 2012 Pag. 216 euro 12​ New York, 10 settembre...
C'è tempo fino al prossimo 5 febbraio per presentare domanda per un posto disponibile all'Inac della...
News dai media nazionali:
Ultime Notizie
facebook
"Citta` Futura on-line" è la testata giornalistica dell`associazione Citta` Futura registrata 
in data 20 gennaio 2012 con atto n°1 presso il Registro della Stampa del Tribunale di Alessandria.
Redazione Mobile:  +39.3351020361 (SMS e MMS)  - Email: cittafutura.al@gmail.com 

Oltre le informazioni. Opinione ed approfondimento.