ECONOMIA & LAVORO

Voci (della rotaia) da Sud-Est

Recentemente è stata diffusa dalla Regione Piemonte la quantificazione della spesa per i trasporti di sua competenza nel 2019: i numeri che sono stati diffusi parlano di un investimento di 540 milioni di euro di […]

POLITICA

Les enfants vont mourir

Ogni volta che sento pronunciare questo appello in tv, mescolato a offerte di auto sempre più belle e più veloci, di vacanze sempre da sogno, di vasche da bagno con idromassaggio, di abiti sempre all’ultima […]

POLITICA INTERNAZIONALE

Un segnale importante nella vicenda israelo-palestinese

Ogni tanto ritorniamo sulla “Questione Palestinese”, o meglio sulla questione “Israele-Palestina”, perchè Israele è uno Stato a tutti gli effetti ed ha il diritto non solo di continuare ad esistere ma, fondamentale, di essere modello […]

CULTURA

In margine a “Fiume Sand Creek”

Si sono presi il nostro cuore sotto una coperta scura Sotto una luna morta piccola dormivamo senza paura Fu un generale di vent’anni Occhi turchini e giacca uguale, Fu un generale di vent’anni figlio di […]

POLITICA

La lunga camminata nel deserto del risentimento

Pubblichiamo, rilanciando (1) dal blog “Democratici & Riformisti” (a firma Giorgio Abonante, Franco Gavio, Giorgio Laguzzi) un intervento di attualità politica di sicuro interesse. … Qualche spicciolo di verità comincia a trapelare anche su quella […]

ECONOMIA & LAVORO

L’euro ha vent’anni

Col primo gennaio del 2019 l’Italia ha festeggiato il ventesimo anniversario dell’appartenenza al club dell’euro , che nel  1999 diveniva la moneta unica dei 12 paesi che costituivano l’eurozona. In quella data sono stati fissati […]

VIGNETTE

ECONOMIA & LAVORO

Così parlò il Dottor Cottarelli.

« …Quel risultato che si può chiamare brevemente dei risultati finanziari, quale segno dell’opportunità di un ‘azione qualsiasi, di iniziativa privata o collettiva. Tutta la condotta della vita….ridotta ad una specie di parodia dell’incubo di […]

POLITICA

Penna: la giunta non affronta i problemi importanti

Alessandria: Intervista a tutto campo a Renzo Penna Presidente di Città Futura. Una parziale sintesi delle risposte alle domande: Il contratto di Governo è in crisi. Oggi manca un alternativa democratica. Sino a che ci […]

CULTURA

Il gioco della vita.

Leggere le lettere che autori – in questo caso Hermann Hesse – scrivono ai loro lettori, ai loro amici è sempre terreno molto fertile. Il mio amato Hermann Hesse scrisse circa trentamila lettere: ” compito […]

POLITICA

Il proporzionale e l’obbligo dei due forni

Il timido sussulto dei sindaci è un primo segnale che può esistere un’opposizione all’esecutivo in carica. Non ancora nei numeri parlamentari che, anche con qualche scricchiolio al Senato, restano saldi. E ancor meno sul piano […]

POLITICA

Declino dell’ordine liberale?

Datemi un parlamento e un re, e il regno della proprietà privata, e avremo un ordine, quello che un tempo si chiamava liberale e che oggi definiamo democrazia. In questo si può sintetizzare il nostro […]

ALESSANDRIA

  • Un impegno per i candidati alla presidenza della Regione Piemonte  – “Ho letto che il sindaco di Alessandria ha accompagnato il critico d’arte Vittorio Sgarbi a visitare il centro riabilitativo “Borsalino”, realizzato attorno agli anni [...]
  • Noi che abbiamo visto Genova

    Un richiamo poetico a Conte (quell’altro, il primo) serve a introdurre un nuovo capitolo – forse minore, ma significativo – del Grande Romanzo che si dipana senza fine attorno ai mitici rapporti Genova- Alessandria . [...]
  • Alessandria – i “pochi” treni

    Seguendo il modello della politica del carciofo, i treni intercity (IC) e a lunga percorrenza che fino a non molti anni fa passavano da Alessandria vengono ad uno ad uno eliminati, lasciando la città sempre [...]

EDITORIALE

  • “Deve marcire in galera….”

       Così si è espresso un Ministro degli interni della Repubblica italiana nonché vice-presidente del Consiglio dei ministri. Un’espressione doppiamente esecrabile, chiunque sia il soggetto cui è rivolta l’imprecazione. Sì, imprecazione, perché l’ “autorevole” augurio è manifestazione di disprezzo e di atteggiamento vendicativo, quasi dicesse: “Devi pagarla nel peggiore dei modi, devi soffrire come hai fatto soffrire altri”.       Anzitutto, a un ministro non è consentito esprimersi in questo modo, in quanto è garante della legge e della Costituzione su cui ha giurato, le quali non prevedono disprezzo e vendetta, ma l’impersonale condanna del reo in proporzione alla gravità del crimine commesso. Fortunatamente la legge è impersonale, cioè asettica rispetto agli umani e comprensibilissimi sentimenti, opera in certo senso “freddamente”: ben venga questo carattere impersonale che felicemente crea una barriera rispetto a disprezzi e vendette. Di più la legge penale italiana prevede l’eventualità di attenuazione o commutazione della pena a certe condizioni, in funzione anche del ravvedimento del soggetto. Inoltre il significato della pena non è solo di espiazione, ma secondo la filosofia del nostro ordinamento giuridico il significato della pena è altresì a fine rieducativo.        Questa è la legge italiana nonché lo spirito della nostra legislazione penale. Pertanto un ministro mostra tutta la sua ignoranza, specie con l’aggiunta a quell’imprecazione di un «… fino alla fine dei suoi giorni». Improbabile ma non impossibile un ravvedimento, improbabili ma non impossibili in linea di principio modifiche della pena o del modo di scontarla. Al più poteva esprimere l’augurio che il [...]

Dal mondo

METEO

L’associazione

  • Speciale ’68

    News dai media nazionali

    News dai media locali

    powered by Surfing Waves

    Speciale elezioni

    website malagrino.it