CULTURA

Una piccola conclusione

Tutta l’impostazione[1] alla quale sono pervenuto mi ha portato a ritenere la dimensione sociale imprescindibile, ma non esclusiva, e neppure al primo posto. Un punto decisivo cui sono arrivato è il superamento della fondamentale nozione […]

AMBIENTE

Transizione “green”. In Europa si sta muovendo qualcosa

La bufera primaverile del Covid19 ha fatto passare in secondo piano un provvedimento di importante rilevanza, il Piano Nazionale Integrato Energia e Clima. Una realizzazione portata a termine in primo luogo dal Ministero dello Sviluppo […]

DOCUMENTAZIONE

A proposito del Distretto Asl del Cristo

Vedo che c’è rinnovato interesse nei confronti del Presidio sanitario Asl 20 del quartiere Cristo. Come cittadino del quartiere mi fa piacere e auspico i risultati confermino le attese. Nel novembre 2017, in collaborazione con […]

AMBIENTE

Un paese dissestato

Le sopravvivenze feudali, il latifondo, lo sfruttamento contadino, le errate colture agrarie speculative non dilacerano e minano unicamente le strutture sociali, ma distruggono e disgregano lo stesso paese, gli stessi territori in cui allignano. Sono […]

POLITICA INTERNAZIONALE

Cosa c’entra il caso De Mauro con il gas algerino?

Suolo e sottosuolo In politica, come in taluni altri campi, ci possono essere un suolo e un sottosuolo infido e oscuro, dove tutte le ombre sembrano nemici. In realtà, sopra il suolo danzano i figuranti, qualche […]

POLITICA

La sicurezza interessa più la destra o la sinistra?

La sicurezza dovrebbe essere un valore fondante della convivenza civile, condiviso da tutte le forze democratiche. Tuttavia, se proprio le si vuol dare una connotazione politica credo che tutelare la sicurezza dei cittadini sia più […]

VIGNETTE

ARTI & SPETTACOLO

Caravaggio. Il contemporaneo.

La mostra è ideata e curata da Vittorio Sgarbi, sua è anche una presentazione virtuale all’ingresso della mostra, e – se ne avevo ancora dubbio – lo Sgarbi critico ed esperto d’Arte dovrebbe essere sempre […]

BLOG & OPINIONI

La Destra

Sembra che in questo paese sventurato ci sia un’ulteriore ombra, che si voglia avvicinare, come una marea nera, al Potere politico: è la Destra. Eliminiamo il concetto di Centro-Destra, eliminiamo pure quelle frange estremiste che […]

DOCUMENTAZIONE

Los von Rom

E’ una frase che si sentiva molto durante la Prima Guerra Mondiale e che si è ripetuta sovente negli anni ’60 del secolo scorso, quando alcuni terroristi del Sud Tirolo facevano saltare i tralicci della […]

CULTURA

Le tregue dalla morte sono sempre troppo brevi.

Il Nobel a Louise Gluck Non è la prima volta che l’assegnazione del premio Nobel per la Poesia fa esclamare – come fu per la Szymborska – “chi è costei? “. Louise Gluck è una […]

POLITICA INTERNAZIONALE

U.S.A. e getta

Sono nato e cresciuto nel mito americano. Per una parte della mia generazione è stato così. America tout court, senza bisogno di precisare: Stati Uniti. D’altronde nulla sapevamo del resto del continente americano se non […]

ALESSANDRIA

  • Alessandria: città “miserabile”

    Non fatevi trarre in inganno, i “Miserabili” siamo noi se non comprendiamo la lezione delle passate elezioni comunali per l’elezione del Sindaco “De te fabula narratur:” (*) Non fatevi trarre in inganno dal titolo, la [...]
  • Alessandria è stata città militare fino alla metà del XX secolo e ciò ha comportato nel tempo oneri e onori. Sicuramente la presenza dei soldati ha alimentato commerci e traffici di ogni genere, ma ha [...]
  • Proseguendo nell’impegno volto a rilanciare lo Scalo di “Alessandria Smistamento” per le merci e ripristinare un collegamento veloce per i passeggeri Torino-Alessandria-Roma segnaliamo alle Amministrazioni e agli Enti interessati: Comune e Provincia di Alessandria, Fondazione [...]

EDITORIALE

  • Quando gli anni ’70 volgono al termine Paolo Zoccola, direttore del “Piccolo”, promuove un dibattito sulla situazione economico-produttiva di Alessandria prendendo a  riferimento gli studi del Cedres, curati da Carlo Beltrame, e le analisi di Francesco Adamo.[1] Nel dopoguerra, ricorda il direttore, la città era segnalata come “al centro del triangolo industriale e nodo ferroviario di primordine”. Inoltre, qualche anno dopo, nel pieno del boom economico, si prefigurava che il “polo alessandrino” avrebbe accolto le industrie genovesi sacrificate tra l’Appennino e il mare, mentre fondamentali “piani piemontesi” attribuivano ad Alessandria il ruolo di area di riequilibrio interregionale.[2] Le ricerche citate, però, offrono una realtà molto differente che vede, a partire dal ’74, Alessandria e la provincia perdere occupazione industriale in maniera significativa, trovare equilibri in agricoltura a più ridotti livelli occupazionali e incrementare di molto un terziario poco qualificato. Un contesto che induce a un ripensamento sul ruolo di un’area e alle prospettive che ad essa venivano assegnate. E i giovani che se ne vanno, o restano sovente senza lavoro, inducono il direttore del Cedres a parlare dell’area di Alessandria come del “ventre molle” del cosiddetto triangolo industriale.[3] A fine settembre ‘79, sulle condizioni dell’economia alessandrina, il bisettimanale ospita l’opinione di Claudio Simonelli, Assessore alla Programmazione della Regione Piemonte. Dopo aver constatato che Alessandria è la provincia piemontese che dispone di un maggior numero di analisi socio-economiche si dice preoccupato per la situazione industriale. In particolare la tendenza alla specializzazione dell’industria, avvenuta per l’espansione del comparto metalmeccanico, si stava accentuando, [...]

Dal mondo

CINEMA

METEO

L’associazione

  • Speciale ’68

    News dai media nazionali

    News dai media locali

    Speciale elezioni

    website malagrino.it

    Ricerca per categorie