POLITICA

Pensierini inattuali – IV – Stato del mondo e Unione Europea

La situazione in cui versa l’area dell’Unione Europea in questa fase storica non è facile. Incidono “in” e “su” di essa fattori storici di grande rilevanza, quali: la globalizzazione dell’economia mondiale; la nuova rivoluzione industriale […]

DIETRO LA NOTIZIA

Sulle cause economiche dei populismi

“La guerra ha molte cause. Dittatori e simili, ai quali la guerra offre, almeno nelle aspettative, una piacevole eccitazione, hanno gioco facile nel sollecitare la naturale bellicosità dei loro popoli. Ma al di là di […]

POLITICA INTERNAZIONALE

Il supercannone di Orban

Sommario: La sorprendente assenza del partito di Orban a Milano; A Budapest la fabbrica del populismo. Una sorda lotta per la leadership; L’equivoco sul “sovranismo”: la sovranità popolare è un valore non una colpa da […]

AMBIENTE

Le Grandi Opere “utili”

Rispondo volentieri ad una serie di sollecitazioni e provo a dare qualche contributo in merito. Prima di tutto preciso che sono un “cittadino prestato alla politica”, anche se – specialmente oggi – tale appellativo può […]

ECONOMIA & LAVORO

Ristrutturazione del debito

Afferma il prof. Clemens Fuest alla presentazione del rapporto economico 2019: “Se penso a quello a cosa deve fare l’Italia per ridurre il suo rapporto tra debito pubblico e pil al 100% nei prossimi 10-15 […]

VIGNETTE

POLITICA

I rinoceronti

E’ già in atto da mesi – da anni, tenendo conto dei prodromi e dei trascinamenti – il penoso riandare, col pensiero e le prospezioni storiche, al quesito ormai incombente:  ma come è potuto accadere, […]

CULTURA

Aldo Magris – Le invenzioni di Dio

Tradizionalmente, nell’ambito del pensiero occidentale, Dio è stato a lungo concepito come un’entità (ousia) la quale ha creato l’universo, che si potrebbe considerare quindi una sua invenzione. A partire da Feuerbach, invece, la filosofia moderna […]

ECONOMIA & LAVORO

Joseph E. Stiglitz e il “Progressive Capitalism”

Tra tutti gli economisti di fede keynesiana che hanno continuato la missione civile del Maestro di Cambridge, Joseph Stiglitz ne rappresenta, al di là di ogni dubbio, il suo più degno erede. Il suo manifesto […]

ALESSANDRIA

EDITORIALE

  • Durante una Conferenza svoltasi a Tokyo nel 1972, un saggio giapponese, rivolgendosi agli stranieri disse: “Siete stati voi a venire a cercarci qui. Noi prima non eravamo venuti in Europa o in America. Tuttavia anche noi sapevamo navigare e attraversare i mari. Ma di andare a cercare altrove, questo non ci importava affatto!” Si ascoltano osservazioni analoghe da parte dei cinesi, i cui imperi raramente sono usciti dal loro ambiente, e assolutamente non dopo il XIV secolo. Questa straordinaria curiosità, questa sete del nuovo e dell’esotico sono rimasti a lungo una prerogativa dell’Europa occidentale. Con la sua azione millenaria l’Europa, mediterranea prima, occidentale poi, si configurò come un ampio crocevia di relazioni, di reti di scambio e di comunicazione di molte e diverse parti del mondo. Gli europei non hanno accettato il “mondo finito”. Essi vogliono sempre estendere la dimensione spaziale, in tutti i sensi, per ottenere più mezzi, più libertà e più uguaglianza, migliorando così il destino umano. La crisi odierna, potremmo dire lo smarrimento da parte dell’Europa occidentale, della sicurezza, della fede nel suo operato, dimostrano che ancora una volta essa cerca nuove strade. E’ questa curiosità di spirito, questa vocazione all’avventura che si vuole perseguire migliorando l’ambiente e gli individui in questo mondo, è un atteggiamento che permane insito negli europei e che sta alla base dell’identità di questa notevole parte del mondo. Le qualità dell’Europa: 1) possiede una popolazione istruita dove gli abitanti alfabetizzati sfiorano il 100%; 2) una popolazione sana. Al momento della nascita la [...]

Dal mondo

METEO

L’associazione

  • Speciale ’68

    SBERLEFFI

    News dai media nazionali

    News dai media locali

    powered by Surfing Waves

    Speciale elezioni

    website malagrino.it