POLITICA

Le tre scelte per la nuova Unione

Meglio lasciare perdere il fantasma del populismo. Sarebbe la spiegazione più semplice per l’avanzata dei partiti di destra – anche di quelli più radicali – e la bocciatura sonora della leadership francese e tedesca che, […]

ECONOMIA & LAVORO

Ezio Tarantelli: il lavoro come partecipazione

Abstract Ezio Tarantelli, probabilmente il più importante economista del lavoro italiano, ha dedicato la sua breve vita, tragicamente spezzata da un agguato terroristico, all’obiettivo di una piena e libera partecipazione del lavoro – attraverso il […]

LIBRI

“Quando gli operai volevano studiare il clavicembalo”

L’esperienza delle 150 ore nell’Italia degli anni ’70 come movimento auto–educativo di massa Noi siamo rispettosi della cultura, entriamo in punta di piedi ma abbiamo le scarpe antinfortunistichee un po’ di rumore lo facciamo. Angelo […]

ECONOMIA & LAVORO

Il capitale del XXI secolo di Thomas Piketty

INTRODUZIONE Argomento di questo elaborato è il tema delle Disuguaglianze, delle dinamiche che stanno alla base dell’accumulo del capitale della sua distribuzione in un periodo storico che va dagli inizi del XX secolo sino ai […]

BLOG & OPINIONI

Banalia

In latino maccheronico: cose banali. Siamo letteralmente assediati, circondati da banalità, gran parte di quello che sentiamo è banale. Questo aggettivo mi sembra il più ricorrente, il più attuale oggi. Facciamo un esempio concreto: sarò […]

POLITICA

Il ritorno del “vecchio”

Intendiamoci, anch’io sono “vecchio” e, se non proprio da rottamare (visto che rottamare “costa”), sicuramente da tenere alla larga, in mezzo ad altri “dinosauri”, a sorbirsi spezzoni “vecchi” di “Rischiatutto”, della finale mondiale del 2006 […]

POLITICA

La magia dei numeri. La magia di AVS

Penso che sia noto a tutte/i che AVS sta per Alleanza Verdi Sinistra, una alleanza spuria nata per fini elettorali alle ultime Elezioni Politiche nazionali di due anni fa. Una alleanza nuova che metteva, e […]

BLOG & OPINIONI

Una questione di stile

In questi giorni si discute molto sull’incontro/scontro fra il Presidente del Consiglio ed il Presidente della regione Campania durante una manifestazione istituzionale. I mezzi di comunicazione hanno trattato la cosa come fosse una sorta di […]

BLOG & OPINIONI

L’educazione della parola.

Nell’ultimo numero della nutriente pubblicazione L’ALTRAPAGINA, il dossier è centrato sulla figura di don Milani in occasione del centenario della sua nascita. Tra i molti punti che vengono rivisitati, ne voglio condividere uno che trovo […]

POLITICA

La precarietà non crea lavoro

La flessibilità fa aumentare i profitti e riduce i salari, non aumenta l’occupazione. I referendum della Cgil potrebbero intercettare questo nuovo vento di rinnovamento, di ripresa di lotte di emancipazione che viene dai più giovani.* […]

ALESSANDRIA

In evidenza

  • Venerdi  14 giugno ore 17  Presso il Laboratorio Civico “C. Nespolo”, promossa da Scuola del popolo e Città Futura di Alessandria, si terrà la presentazione del libro “Nietsche dopo la follia”  di Franco Livorsi che dialogherà con Giorgio Barberis e Patrizia Nosengo. Introduce Renzo Penna  

EDITORIALE

  • Jack Sullivan tira la volata a Biden su Trump

      Non ha ancora cinquant’anni, è “Democratico” ed è “dalla parte giusta”. Sentiremo parlare a breve di Jake Sullivan, rampollo del Vermont e, chissà, futuro candidato Presidente USA. Anche Blinken gli sta dietro ma, appunto, “sta dietro”, messo apposta in un quadrante ancor più complesso come quello della Palestina, quasi a vedere – da fuori – quale dei due cavalli da corsa si comporta meglio. E Jake J. Sullivan (*) pare a proprio agio in quel di Colleville sur Mer, a un passo dalla famosa “Omaha beach” a chiacchierare del più e del meno con tutti i potenti della Terra. La questione è nota, e l’attuale presidente Biden non perde occasione per ricordarlo: “bisogna aiutare l’Ucraina fino a quando Crimea e Dombass torneranno pienamente ucraine”. E in mille modi i rappresentanti di diversi Paesi dell’Alleanza Atlantica ce lo hanno fatto capire. Oltretutto il passaggio in Normandia è premessa di quello che ci sarà a breve in Italia e le parole di Sullivan lo confermano: “Il primo risultato del prossimoG7 in sud Italia, sarebbe sbloccare il piano  per usare i profitti dei beni russi congelati allo scopo di finanziare Kiev”. Non si tratta di una questione di poco conto perché tutti gli studi legali specializzati hanno fatto presente che una azione del genere incorrerebbe in una serie di blocchi e difficoltà, con poche speranze di attuazione con le sole norme offerte dalla Legge. Ma ci potrebbero essere altri strumenti… una qualche forma di emergenzialità ufficializzata o, meglio ancora, una ricusazione da parte [...]

INTERVISTE

EU NEWS

LULA PRESIDENTE

L’associazione

  • Speciale ’68

    website malagrino.it

    Ricerca per categorie